Gattuso lascia il Milan: la decisione dopo l'incontro con Gazidis

Serie A

Gattuso lascia per le stesse ragioni di Leonardo: un Milan giovane e (quindi) poco ambizioso. Si aspetta anche la decisione dalla Uefa: possibile che la società baratti la sanzione che arriverà con la partecipazione in Europa League 2019/20

GATTUSO E LEONARDO VIA: LE NEWS

I MOTIVI DELL'ADDIO

Gattuso ad un passo (anche meno) dall'addio. C’è stato un lungo incontro a casa Milan all'indomani dell'ultima partita di campionato, che ha decretato l'esclusione dei rossoneri dalla Champions League 2019/2020. L'incontro tra Gattuso e Gazidis, che si è svolto in un clima di grande armonia, ha portato a una decisione consensuale dovuta alla mancanza di una sintonia sulle prospettive future. Le strade del Milan e di Gattuso si separeranno - nella massima intesa tra l'allenatore e la società - e si va verso il divorzio. L'interruzione del rapporto lavorativo arriva nonostante i due anni di contratto. Nelle prossime ore, contestualmente al comunicato di addio di Leonardo, dovrebbe arrivare un secondo comunicato: l'addio di Gattuso.

"Non potrà mai essere una questione di soldi"

Il quotidiano Repubblica cita alcune dichiarazioni di Gattuso: "Non è semplice decidere di lasciare la panchina del Milan. È però una decisione che dovevo prendere. Non c’è stato un momento preciso: sarà stata la somma di questi diciotto mesi da allenatore di una squadra che non sarà mai come le altre per me. Sono stati mesi indimenticabili che ho vissuto con grande passione. La mia è una scelta sofferta, ma ponderata. Rinuncio a due anni di contratto? Sì. La mia storia col Milan non potrà mai essere questione di soldi".

Le ultime parole di Gazidis

L'ad rossonero aveva parlato così dopo il mancato ingresso in Champions League, domenica sera: "Dedicheremo i prossimi giorni a una analisi completa della stagione, sono certo che continueremo a crescere. Voglio ringraziare tutti per l'impegno".

Leonardo, il giorno delle dimissioni

Manca solo l'ufficialità che arriverà nella giornata di oggi: Leonardo ha deciso che lascerà il Milan per divergenza di vedute con Gazidis. Leo avrebbe voluto una squadra mista di giovani e giocatori maturi, Gazidis invece punta ad un progetto Young: acquistare giocatori under 23 a pochi milioni di euro e provare a rivenderli a costi maggiorati negli anni per fare plusvalenze e mettere a posto i bilanci del club. Leonardo non ha sposato il progetto. Questo ha portato alla frattura insanabile. Leo ha già salutato chi ha collaborato con lui da inizio agosto. Finisce qui la sua terza avventura nel Milan. Prima da giocatore, poi da allenatore, infine da dirigente.

Maldini valuta

È sulla stessa lunghezza d'onda di Leonardo anche Paolo Maldini. Lo ha fatto capire anche la moglie sui social, commentando con gli applausi un post dove veniva spiegata in un articolo estero la divergenza di vendite tra Gazidis, Leonardo e suo marito. Però Maldini la sua decisione non l'ha ancora presa. Potrebbe essere la figura perfetta per fare da collante tra la società e la squadra. Avrebbe un ruolo diverso rispetto a quello attuale. Sono giorni di riflessione per lui. Potrebbe andare via come restare (ma sembra molto più probabile l'addio).

Luis Campos dopo Leo

Resta lui il primo candidato. Il "Re delle plusvalenze". Potrebbe avere un ruolo da consulente esterno facendo il mercato sia del Milan che del Lille, società finanziata da Elliot.

Donnarumma, Romagnoli e... Suso

Gigio si è stirato e salterà gli impegni con la Nazionale. Romagnoli convocato. Suso invece ha lanciato messaggi su Instagram di amore per il Milan ma anche di insofferenza ("sarà una lunga estate di mercato...". Lo spagnolo è uno di quei giocatori che potrebbero far fare cassa al Milan (clausola a 40 milioni).

UEFA, attesa per la decisione

Attesa entro metà della prossima settimana la decisione della UEFA. Possibile esclusione dall'Europa League per il Milan con la società che potrebbe non farebbe ricorso. Anno zero.

I più letti