Genoa: Lasse Schöne, il tiratore infallibile su punizione

Serie A

La mente dell'Ajax che ha battuto Real Madrid e Juventus in Champions League arriva al Genoa. Centrocampista implacabile su punizione. Gol e assist da palla ferma, e una statistica che lo rende tra i migliori negli ultimi 10 anni

SCHONE, CHE ACCOGLIENZA: 200 TIFOSI IN AEROPORTO PER LUI

GENOA: È FATTA PER SAPONARA

CALCIOMERCATO LIVE: NEWS E TRATTATIVE

Playmaker di centrocampo, ma anche mezz’ala all’occorrenza. Una fortuna per gli allenatori che lo allenano perché in carriera ha fatto anche l’esterno d’attacco e il terzino. Lasse Schöne è un jolly in grado di ricoprire diversi ruoli. Prima faceva degli inserimenti la sua caratteristica fondamentale, ora a 33 anni si è specializzato sulla mediana, giocando più di posizione davanti alla difesa. Sempre con il suo destro puntuale e chirurgico, maniacale nella sua precisione. 108 gol e tanti assist in carriera. Sono suoi i passaggi decisivi per i gol che hanno affermato de Ligt: quello che ha eliminato la Juventus e quello in semifinale contro il Tottenham. Assist e soprattutto gol.

La statistica che non ti aspetti

Chi sono i migliori tiratori di punizioni dal 2009 a oggi? Esclusi Messi, Ronaldo e Pjanic, è difficile indovinare il quarto più prolifico. È Lasse Schöne, che negli ultimi 10 anni ha segnato 14 volte. Mente dell’Ajax dal gioco impeccabile, ma soprattutto tiratore quasi infallibile. La meccanica di tiro prevede pochi passi di rincorsa e poi il colpo secco al pallone. Un tiratore che ha tante alternative nel suo repertorio. Non solo il tiro a giro, ma anche la punizione a foglia morta, alla Pirlo o alla Juninho, ma anche con parabole arcuate. Così è stato nell’occasione dell’ultimo gol nel 4 a 1 dell’Ajax al Real Madrid al Bernabeu. Palla posizionata sul lato corto dell’area e poi una parabola che ha scavalcato Courtois, finendo in rete sul secondo palo. In quella partita che fu il manifesto calcistico del gioco dei ragazzi di ten Hag, il nuovo acquisto del Genoa ha fatto vedere le sue doti. Precisione di tiro e passaggio, gioco d’anticipo e lettura delle situazioni pericolose. Nell’Ajax che nella scorsa stagione ha fatto innamorare tanti appassionati di calcio, strabiliando per la sua età media di 24 anni, lì in mezzo al campo si imponeva il nome del trentatreenne Schöne. Un centrocampista sottotraccia, di quelli che non noti perché fanno correre il pallone, liberandosene con rapidità, ma dando velocità al gioco. Lo noti di più quando il gioco è fermo, perché sulla palla c’è sempre lui. Su calcio d’angolo e su punizione, negli ultimi 10 anni è stato infallibile. Ora proverà a ripetersi anche con il Genoa.

 

I più letti