Napoli-Barcellona, giocatori perquisiti all'arrivo allo stadio di Detroit. VIDEO

Serie A

I giocatori azzurri, prima di fare il loro ingresso al Michigan Stadium di Detroit per la sfida contro il Barcellona, si sono resi protagonisti di un simpatico siparietto. La polizia locale, infatti, li ha costretti a posare zaini e borsoni a terra per farli controllare da cani anti-bomba. 

NAPOLI-BARCELLONA LIVE

GIUNTOLI: "MISTER X? VIGILI SU TUTTO"

IL MERCATO LIVE

Serata di grande calcio per il Napoli, alla sua seconda sfida americana al Barcellona nel giro di pochissime ore. Il Michigan Stadium come teatro del match fra azzurri e catalani. Quasi 110mila persone la capienza di questo impianto imponente, il secondo stadio più grande del mondo. Anche per questo motivo la sicurezza deve essere al massimo livello. Concentrazione, niente deve essere lasciato al caso. Che si tratti dei tifosi o dei giocatori, senza alcuna differenza. Morale della favola? I calciatori del Napoli, usciti dal pullman per fare il loro ingresso negli spogliatoi, sono stati fermati dalla polizia locale e costretti a dei controlli che in Italia, ma anche nel resto del mondo, raramente si sono visti. Zaini e borsoni per terra, cani anti-bomba ad annusarli accuratamente per scongiurare la presenza di ordigni o altri oggetti criminali. Risate fra i presenti, imbarazzo fra gli azzurri, certamente non abituati ad un trattamento simile. Nessuno è sfuggito ai controlli della polizia, nemmeno Ospina, fra gli ultimi ad uscire dal pullman. La stessa sorte è toccata ovviamente anche al Barcellona, arrivato allo stadio dopo la squadra di Ancelotti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche