Montella: "Orgoglioso dei miei. Castrovilli può essere l'erede di Antognoni"

Serie A

I viola conquistano il primo punto in classifica. Al Franchi finisce in pareggio: "È stata una partita completa, ci è mancato solamente il gol", le parole dell’allenatore della Fiorentina che esalta il giovane centrocampista

JUVE: PROBLEMI PER DOUGLAS, PJANIC E DANILO. CONDIZIONI DA VALUTARE

COMMISSO AL FRANCHI, L'ENTUSIASMO DEI TIFOSI. VIDEO

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

CLICCA QUI E GUARDA IL CALCIO LIVE SU NOW TV

Si sblocca il campionato della Fiorentina che dopo due sconfitte, conquista il primo punto contro la Juventus. Al Franchi finisce in pareggio senza reti, ma è soddisfatto Montella per la prestazione della sua squadra: "Sono orgoglioso perché in queste tre partite abbiamo fatto prestazioni di livello, vuol dire che possiamo giocarcela. Abbiamo vinto il 60% dei duelli, è stata una partita completa ci è mancato solo il gol. Ci voleva fortuna, però sono orgoglioso e anche i tifosi devono esserlo. Questa è la linea che dobbiamo tenere. 3-5-2? La società ha comprato 4 giocatori alla fine del mercato, dateci tempo di conoscerci. La squadra mi è piaciuta" le parole dell'allenatore viola a Sky Sport. "In altre partite abbiamo interpretato male certi momenti - ha continuato Montella - Oggi avevamo un po' più di esperienza e questo aiuta nell'interpretazione. Abbiamo lavorato da inizio settimana con tanti giocatori: Ribery, Boateng, Castrovilli, Lirola. Mi preoccupavano i difensori che hanno fatto insieme un allenamento e mezzo. Vedere la squadra che segue l'allenatore, non c'è vittoria più grande. Ribery? L'ho visto da subito che per lui tutte le partite sono uguali, questo lo rende un campione. Io stravedo per Castrovilli, decisi di toglierlo dal mercato perché ha grande qualità. È il giocatore che ha più cambio di passo, se con il tempo riuscirà ad essere risolutivo avremmo l'erede di Antognoni".

"Sono arrivato a Firenze per questo tifo"

Prima da titolare di Ribery, che esprime così la sua felicità per la prima partita al Franchi: "Sono contento, erano tre mesi che non giocavo una partita così. Sono arrivato a Firenze da tre settimane, ho giocato quasi 60 minuti bene. Oggi è stata una bella partita. Mi è piaciuta la gente di Firenze, quando si vede uno stadio così piano questo è il motivo per il quale sono qui. Abbiamo avuto occasione per fare gol, ma la Juve è una bella squadra, poi il caldo ha condizionato la partita. Abbiamo una bella squadra, spero di vincere la prossima partita", ha concluso il giocatore francese.

I più letti