Mihajlovic, il suo zampino su Brescia-Bologna. Palacio: "All'intervallo era arrabbiato"

Serie A

L’attaccante argentino, che ha siglato una rete nella rimonta del Bologna in casa del Brescia, ha svelato un retroscena: "A fine primo tempo ci ha fatto sentire la sua incazzatura, se giochiamo così è grazie alla mentalità che ci ha trasmesso". Bigon: "Striscione per Sinisa, dico grazie ai tifosi del Brescia"

BRESCIA-BOLOGNA, GLI HIGHLIGHTS

BOLOGNA, RIMONTA SUPER: 4-3 A BRESCIA

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Dopo il pari col Verona e il successo sulla Spal, il Bologna hanno conquistato altri tre punti con una grande rimonta contro il Brescia. Il primo tempo si era concluso 3-1 in favore dei lombardi, ma al rientro dagli spogliatoi i rossoblù sono scesi in campo con un altro piglio ribaltando il punteggio. Merito anche di... Mihajlovic. A rivelarlo è Rodrigo Palacio, che ha rilasciato un’intervista a Sky Sport al termine della gara: "Abbiamo parlato con Mihajlovic prima della partita, è molto importante per noi e ci manca. Se giochiamo così è grazie alla mentalità che ci ha trasmesso. A fine primo tempo era incazzato e ce l'ha fatto sentire (ride, ndr)". 

Bigon: "Grazie ai tifosi del Brescia"

"Sono qui per ringraziare il Brescia e i tifosi per lo striscione che è uscito in curva per incoraggiare Sinisa (con su scritto "una tigre ne sa combattere tante, oggi vinci la battaglia più importante. Sinisa non mollare", ndr)- ha detto a Sky il direttore sportivo del Bologna, Riccardo Bigon -. Lo vediamo ogni domenica negli stadi che questa sua difficoltà momentanea viene condivisa un po' da tutti ed è una cosa bella. Le partite sono battaglie sportive, ma la battaglia di Mihajlovic accomuna tutti gli appassionati di calcio. Sinisa era contentissimo, l'abbiamo sentito". Anche il dirigente ha confermato il confronto squadra-allenatore tra primo e secondo tempo: "All’intervallo era arrabbiato ma comunica sempre con lo staff e la squadra tra i due tempi, stiamo cercando di organizzarci nel modo migliore perché non è facile. Averlo con noi sarebbe meglio ma sappiamo di poter reggere finché lui non tornerà, la squadra ha una carica particolare che si è trasmessa dal finale della scorsa stagione anche per la sua assenza. Appena tornerà sarà tutto più bello".

I più letti