Cagliari-Inter, nessun provvedimento per i buu razzisti a Lukaku

Serie A

Nessun provvedimento contro il Cagliari da parte del Giudice Sportivo per i buu razzisti durante la partita contro l'Inter diretti a Romelu Lukaku. La Procura federale aveva chiesto un supplemento d’indagine sull'accaduto. Nessuna menzione per quelli a Kessié in Verona-Milan

MILAN-INTER LIVE

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY

RAZZISMO E SICUREZZA NEGLI STADI: L'INCHIESTA DI SKY

La decisione ora è ufficiale: "Nessuna sanzione a carico della società Cagliari". La procura della Figc aveva chiesto un supplemento d'indagine dopo i buu razzisti diretti verso Romelu Lukaku durante la seconda giornata di campionato, in Cagliari-Inter. L'episodio era arrivato pochi istanti prima del calcio di rigore che, poi, ha deciso la partita. Sul pallone proprio Lukaku, e dagli spalti alcuni ululati razzisti. Questo il comunicato ufficiale: "Considerato che il responsabile dell’Ordine pubblico ha fatto conoscere che nelle fasi antecedenti il calcio di rigore, e solo in quella occasione, si sono levati cori, urla e fischi nei confronti dell’atleta avversario Lukaku che si apprestava ad effettuare il tiro da rigore, i versi da parte di singoli spettatori non sono stati intesi dal personale di servizio, né dai collaboratori della Procura federale, come discriminatori a causa dei fischi e delle urla sopra menzionati". Inoltre, nel comunicato diffuso dalla Lega del Giudice Sportivo, nessuna menzione sui fischi verso Kessié durante l'ultimo Verona-Milan della terza giornata. 

La risposta di Lukaku e del Cagliari dopo la partita

Il giorno dopo la partita, il centravanti belga aveva già espresso tutta la sua amarezza in un post su Instagram, invitando le Federazioni a fare fronte comune contro il razzismo: "Spero che le federazioni di tutto il mondo reagiscano con forza su tutti i casi di discriminazione". Anche il Cagliari aveva diffuso un comunicato. "Il club ribadisce una volta di più l'intenzione di individuare, isolare ed estromettere dalla propria casa gli ignoranti, anche fosse uno soltanto, che si rendono protagonisti di gesti e comportamenti deprecabili e totalmente agli antipodi dei valori che, con determinazione, il Cagliari Calcio porta avanti in ogni singola iniziativa". 

I più letti