Sassuolo Atalanta, Gasperini: "Cambierò qualcosa rispetto a Roma. Muriel ancora out"

Serie A

L'allenatore nerazzurro alla vigilia del match del Mapei Stadium: "Difficile presentare la stessa formazione con così tante gare ravvicinate. Malinovskyi e Kjaer si stanno inserendo bene, Zapata è in condizione stratosferica. Muriel? Aspettiamo il primo giorno senza febbre"

ROMA-ATALANTA 0-2, GOL E HIGHLIGHTS

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Una 'vittoria da dieci e lode' in casa della Roma mercoledì, ma domani l'Atalanta dovrà subito tornare in campo contro il Sassuolo per la 6^ giornata di Serie A. "Non fai in tempo a rivedere una partita giocata che ce n'è già un'altra", ammette le difficoltà del calendario Gian Piero Gasperini, in conferenza stampa alla vigilia. "Dobbiamo recuperare velocemente le energie dal match dell'Olimpico: c’è stato un risultato importante, ma non è facile giocare tante partite vicine. Ci possono essere cali di concentrazione". La soluzione? Un turnover costante e ponderato. "Abbiamo già adottato dei cambi", spiega l'allenatore nerazzurro. "Sarà così domani e sarà così contro lo Shakhtar: è difficile presentare la stessa formazione con tutte queste gare ravvicinate. Non è facile in un allenamento capire chi ha recuperato da Roma, dobbiamo valutare. Kjaer era alla prima partita, Toloi ha preso una botta. Palomino ha fatto due gare tiratissime, gli altri stanno bene".

"I subentranti dovranno continuare a fare la differenza"

Di sicuro, l'Atalanta ripartirà da Zapata: match winner dell'Olimpico, da subentrato e quindi fresco per domani. "Duvan sta vivendo un momento di forma stratosferico", non si nasconde Gasperini. "Dobbiamo mantenerlo così perché è un giocatore determinante. E' nei top che ci sono nel nostro campionato: è cresciuto in modo notevole e quest'anno può fare ancora meglio dell'anno scorso". Oltre al colombiano, Gomez, Ilicic e Malinovskyi si giocheranno due maglie: "Ruslan è stato un acquisto oneroso sotto certi aspetti ma anche molto convinto. Abbiamo già dimostrato in più occasioni che i subentranti possono fare la differenza e dobbiamo continuare così. L'anomalia è stata l'anno scorso, che abbiamo sempre giocato con gli stessi. Poi piano piano abbiamo inserito Muriel e Malinovskyi, l'esordio di Kjaer è stato è stato di grande personalità e presto arriverà anche il momento di Arana che ha bisogno di alzare il livello, è arrivato da pochissimo". Chi invece contro il Sassuolo non ci sarà, ancora bloccato dalla tonsillite, è Luis Muriel: "Aspettiamo che arrivi il primo giorno senza febbre e poi si vedrà".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche