Serie A, 6^ giornata: presentazione, numeri, curiosità e statistiche

Serie A

Dopo il turno infrasettimanale, Serie A pronta a tornare in campo: Juventus-Spal apre la sesta giornata, sabato in campo anche per Sampdoria-Inter e Sassuolo-Atalanta. Domenica a pranzo con Napoli-Brescia, in notturna ecco Milan-Fiorentina. Monday Night con Parma-Torino

PARMA-TORINO LIVE

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

JUVENTUS-SPAL, sabato 28 settembre, ore 15 (Sky Sport Serie A)

Bilancio che sorride alla Juventus, vittoriosa 13 volte a Torino, dove la Spal non ha mai ottenuto i tre punti e sin qui ha conquistato solo cinque pareggi. Nelle ultime sei partite giocate tra le due squadre in Piemonte, hanno vinto sempre i padroni di casa. Con tre punti nella sfida di sabato, la Juventus potrebbe vincere almeno cinque dei primi sei incontri per la quarta stagione di fila: i bianconeri non sono mai partiti così bene per così tanti campionati consecutivi in Serie A. La Juventus è imbattuta in casa da 23 incontri di Serie A (19V, 4N), seconda serie interna in corso più lunga, dopo quella del Liverpool (43) nei cinque maggiori campionati europei, mentre gli emiliani hanno perso le ultime tre trasferte giocate in A. Per evitare un ko la Spal può affidarsi a Sergio Floccari: i primi due gol dell'attaccante, a segno anche nell’ultima sfida di campionato contro i bianconeri, in Serie A sono arrivati nel febbraio 2006 con la maglia del Messina proprio contro la Juventus.

SAMPDORIA-INTER, sabato 28 settembre, ore 18 (Sky Sport Serie A)

Di fronte due squadre che si sono affrontate ben 124 volte nella loro storia. In casa della Sampdoria il bilancio è favorevole all'Inter, vittoriosa in 29 occasioni a fronte di 21 pareggi e 12 vittorie dei liguri. Nelle ultime quattro partite, solo successi nerazzurri: con tre punti sabato, l'Inter arriverebbe a cinque successi consecutivi contro i blucerchiati nel massimo campionato, come non accade dal 1965. Di fronte  ci saranno la miglior difesa di questa Serie A (Inter, un solo gol subito) e la peggiore (11 gol incassati dalla Sampdoria, come Spal e Lecce). In caso di vittoria, l'Inter allungherebbe il filotto di successi consecutivi a sei, come successo solo una volta nella sua storia (stagione 1966/67). Sfida da ex per Milan Skriniar, in campo 38 volte con la Samp tra il 2016 e il 2017, mentre Fabio Quagliarella non segna all'Inter da tre partite con la maglia blucerchiata dopo essere andato in gol in ciascuno dei primi quattro match di campionato giocati contro i nerazzurri con la Sampdoria.

SASSUOLO-ATALANTA, sabato 28 settembre, ore 20.45 (DAZN1)

Il turno infrasettimanale ha visto il Sassuolo cedere all'ultima curva nel derby di Parma, mentre l'Atalanta ha superato la Roma all'Olimpico nel secondo tempo. Di fronte due squadre che nel recente passato hanno regalato gol e spettacolo (nelle ultime quattro partite di A contro l'Atalanta, il Sassuolo ha subito 14 reti). Lo score in Emilia è favorevole alla squadra di Gasperini, vittoriosa tre volte con una sconfitta e due pareggi. Il Sassuolo ha vinto le prime due partite casalinghe in stagione, mentre l'Atalanta va a segno da 11 partite di fila in Serie A: tra le squadre attualmente nella competizione è la striscia aperta più lunga di gare con almeno un gol all’attivo. I neroverdi portano bene a Gasperini: tra le squadre affrontate almeno 10 volte da allenatore in Serie A, il Sassuolo è quella contro cui l'allenatore dell'Atalanta ha registrato la miglior percentuale di successi (67% - 8/12).

NAPOLI-BRESCIA, domenica 29 settembre, ore 12.30 (DAZN1)

Pranzo domenicale con Napoli-Brescia, sfida che dai precedenti sorride alla formazione di casa: 7 le vittorie a Napoli con un successo lombardo e ben 10 pareggi. L’ultimo successo interno dei partenopei nel massimo campionato contro la squadra lombarda risale però al gennaio 1987 (2-1). Un dato su tutti: il Napoli ha vinto tutte le ultime 13 partite casalinghe di Serie A contro squadre neopromosse e in questo parziale per ben nove volte non ha subito gol, ma fuori casa il Brescia ha già battuto Cagliari e Udinese. La squadra di Corini ha già ottenuto più vittorie fuori casa in questo campionato che in tutto il precedente in A (2010/11) quando vinse solo una volta lontano dal Rigamonti. Curiosità per gli attaccanti: Mario Balotelli ha trovato un gol al San Paolo (con il Manchester City, in Champions League, novembre 2011), ma non ha mai segnato nelle sue quattro gare di Serie A giocate nello stadio di Napoli, mentre Arkadiusz Milik non trova la rete in Serie A da otto partite e potrebbe eguagliare il suo digiuno più lungo nella competizione, pari a nove partite. L'attaccante polacco ha però un particolare feeling con le neopromosse, colpite 8 volte in 11 partite.

LAZIO-GENOA, domenica 29 settembre, ore 15 (Sky Sport Serie A)

Discreto equilibrio nei 98 confronti totali (35 vittorie della Lazio, 37 del Genoa e 26 pareggi), mentre a Roma i padroni di casa hanno sfruttato a loro favore il fattore campo: 25 successi su 49 partite giocate. Totale equilibrio negli ultimi 10 confronti tra Lazio e Genoa in casa dei biancocelesti in Serie A, con cinque vittorie per parte: l'ultimo pareggio risale al novembre 2008 (1-1). Il Genoa non vince da 11 trasferte in Serie A (6N, 5P) e dista due partite dal record negativo, pari a 13, stabilito nel 2012. La Lazio ha invece vinto l’ultima partita interna di campionato, dopo una serie di due sconfitte e due pareggi. Fari puntati sull'ex genoano Ciro Immobile: il numero 17 della Lazio ha segnato sette gol contro il Genoa in Serie A, solo contro la Sampdoria (nove) ha fatto meglio.

LECCE-ROMA, domenica 29 settembre, ore 15 (DAZN1)

Incrocio a tinte giallorosse al Via del Mare, dove il Lecce ha trovato il suo primo successo
interno con i giallorossi nell'ultimo precedente (4-2 del 7 aprile 2012): in precedenza otto sconfitte e sei pareggi. Il Lecce ha perso le prime due partite casalinghe di questo campionato, mentre la Roma è imbattuta da sei partite esterne in A (2V, 4N). Occhio alla prima mezz'ora di gioco: la Roma è la squadra che ha segnato più gol in questa frazione di tempo, ben 6, mentre nessuna squadra ne ha incassati più del Lecce (4) nello stesso parziale di gara. Appuntamento da ex per il centrocampista del Lecce Panagiotis Tachtsidis, in campo in 21 partite di Serie A con la maglia della Roma nel 2012/13. L'ultimo gol del greco nel massimo campionato è stato nel maggio 2016 proprio contro i capitolini.

UDINESE-BOLOGNA, domenica 29 settembre (Sky Sport 253)

Di fronte due squadre che non conoscono il pareggio in Serie A dal settembre 2013: da allora sei successi bianconeri e tre emiliani. Bilancio in equilibrio in Friuli, con 14 vittorie dei padroni di casa, 12 pareggi e 8 vittorie del Bologna. Nelle ultime tre partite, però, si è visto solo il segno 1: con una vittoria domenica, l'Udinese eguaglierebbe un filotto di quattro successi che non si verifica dal 2000. Ottimo avvio per il Bologna, a quota 8 punti: solo una volta nelle precedenti 12 stagioni i rossoblù ne hanno raccolti di più a questo punto del campionato (nove nel 2016/17). L’Udinese non ha trovato il gol nelle ultime tre partite di campionato, nonostante 27 tiri effettuati e ben 11 di questi nello specchio della porta: l’ultima volta che i bianconeri sono rimasti quattro gare di fila in A senza far gol risale al gennaio 1986. Quando invece affronta l'Udinese, Mattia Destro vede la porta più del solito: l'attaccante del Bologna ha segnato sei gol contro i friulani, sua vittima preferita in Serie A.

CAGLIARI-VERONA, domenica 29 settembre, ore 18 (Sky Sport Serie A)

Anche in questa sfida il pareggio è uno sconosciuto. L'ultimo segno X nella storia di Cagliari-Verona risale al settembre 1996: da allora tre successi sardi e sei veneti. In Sardegna sorridono i padroni di casa, vittoriosi 9 volte a fronte di tre vittorie veronesi e due pareggi. Il Verona, cinque punti nelle prime cinque giornate di A, nelle ultime 13 trasferte di campionato ha raccolto 11 sconfitte e due vittorie. Occhio ai colpi di testa: nessuna squadra ha segnato più gol di testa del Cagliari in questa Serie A (4), ma il Verona è una delle tre a non aver ancora subito gol con questo fondamentale. Maran punta forte su Joao Pedro, a segno in tre delle ultime sei reti casalinghe del Cagliari in campionato. Juric può dare un occhio alle statistiche di Mariusz Stepinski: il primo gol dell'attaccante polacco in Serie A è arrivato proprio in trasferta contro il Cagliari, nel settembre 2017 con la maglia del Chievo, nella sua partita d’esordio in campionato.

MILAN-FIORENTINA, domenica 29 settembre, ore 20.45 (Sky Sport Serie A e Sky Sport UNO)

Ben 158 i precedenti complessivi in Serie A, di cui 79 giocati a Milano: sorridono i rossoneri, vittoriosi in 47 occasioni. Score completato da 20 pareggi e 12 successi viola. Milan e Fiorentina hanno pareggiato solo una delle ultime 11 partite di Serie A in casa dei rossoneri: sei successi lombardi e quattro toscani completano il parziale. La Fiorentina ha ritrovato il successo in Serie A nell’ultima gara di campionato contro la Sampdoria: Chiesa e compagni non registrano due vittorie di fila nella competizione dal dicembre 2018. Allora, la seconda arrivò proprio contro il Milan. La squadra di Giampaolo è invece reduce dal ko contro il Torino: questa è solo la seconda volta nell’era dei tre punti a vittoria (la prima nel 2012/13) in cui il Milan perde almeno tre delle prime cinque gare di Serie A. Notte da ex per Vincenzo Montella: ha allenato il Milan per 52 partite di Serie A tra il 2016 e il 2017, ma ha perso tutte e tre le ultime sfide da allenatore contro i rossoneri nel massimo campionato. Occhio di riguardo per Hakan Calhanoglu, tre gol contro la Fiorentina in Serie A: quella viola è la sua vittima preferita nel massimo campionato.

PARMA-TORINO, lunedì 30 settembre, ore 20.45 (Sky Sport Serie A)

Chiusura di turno con la sfida del Tardini: di fronte due squadre già avversarie 30 volte nella loro storia in Serie A. Parma vittorioso in nove occasioni nelle partite casalinghe, Torino a punteggio pieno in Emilia solo due volte. L'ultima volta in Serie A è terminata 0-0: nessuna delle precedenti 11 sfide in casa degli emiliani era finita in pareggio. Alla sfida di lunedì, il Torino ci arriva con una porta battuta nele ultime nove partite di campionato, come non accadeva dal novembre 2017, mentre la squadra di D'Aversa sogna di bissare il successo contro il Sassuolo e di ottenere due successi di fila in A (ultima volta a novembre 2018). Ex della partita è Matteo Darmian: 100 partite in A con il Torino tra il 2012 e il 2015, oggi veste la maglia del Parma, club a cui ha segnato la sua prima rete in campionato nell'ottobre 2014. Feeling particolare con la porta quando affronta il Parma per Lorenzo De Silvestri: tre gol contro gli emiliani in A - a nessuna squadra ha segnato così tanto – e contro il Parma è arrivata anche la sua prima rete nel massimo campionato, nell’aprile 2010 con la maglia della Fiorentina.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche