Sampdoria Inter, Conte: "L'espulsione poteva ucciderci. Juve? Testa solo al Barca"

Serie A

Diciotto punti in sei giornate. L'Inter di Conte è a punteggio pieno, vittoria anche contro la Sampdoria. Decisivo Sanchez, che prima segna e poi si fa espellere per simulazione. "Soddisfatto della prestazione della squadra", le parole dell'allenatore nerazzurro

SAMPDORIA-INTER, GLI HIGHLIGHTS

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

L'Inter rimane a punteggio pieno. La squadra di Conte fa sei vittorie nelle prime sei partite di campionato. Arrivano tre punti anche dalla gara contro la Sampdoria con il primo gol in nerazzurro di Sanchez, che poi si fa espellere ad inizio secondo tempo: "Sono soddisfatto della prestazione e della vittoria. Sono partite che giocate in questa maniera e creando così tanto le devi chiudere. Nel primo tempo potevamo segnare altre reti. Nel secondo tempo capita l'imponderabile. Espulsione e gol subito che avrebbe potuto ammazzare chiunque. I ragazzi sono stati bravi a tenere botta. Dalla panchina siamo stati bravi a riequilibrare la situazione. Abbiamo fatto il terzo gol in inferiorità numerica quindi sono contento". Sull'episodio di Sanchez: "Sono situazioni particolari, anche Bastoni era ammonito, più che raccomandarti non puoi fare. È un'esperienza in più che si aggiunge nel nostro percorso. L'espulsione poteva uccidere un elefante, siamo stati bravi a reagire. Bisogna stare più attenti in futuro" ha detto Conte a Sky Sport.

"Juventus? Testa solo al Barcellona"

Diciotto punti e solo due gol subiti per i nerazzurri che ora metteranno la testa alla partita contro il Barcellona in Champions League, prima della sfida contro la Juventus: "Io posso essere solo contento dei ragazzi. Ho fatto il calciatore e capisco che durante una partita quando cambia tutto puoi prendere l'imbarcata. Sono stati bravi e hanno dimostrato di essere sulla strada giusta. Abbiamo cercato quando potevamo di fare il terzo gol. Per il resto siamo stati bravi a difendere". "È un passo in avanti perché ci mancava questa esperienza. Fortuna ci è successa alla sesta partita di campionato, preferirei vivere serate più tranquille. Il primo tempo penso sia stato di altissimo livello. Il secondo tempo ci ha fortificato, perché ci fa capire che lavorando tutti insieme si può portare a casa il risultato. Va fatto un applauso a tutti i ragazzi. Dobbiamo recuperare perché c'è il Barcellona, la Juventus viene dopo. Contro la Sampdoria era la partita della vita, ora pensiamo alla Champions League. Il mio è sempre un calcio organizzato, dove lavoriamo tanto in fase di possesso. Sono convito di aver fatto bene anche in altre partite, dobbiamo cercare di farlo con più continuità. Nelle passate gare si è vista un'idea ben precisa. Per vincere deve avere qualcosa in più delle altre. Juventus? Ho visto qualche partita, parliamo di una squadra forte che viene da otto scudetti vinti in maniera importante. Ha una rosa importante, ci rende orgogliosi di arrivare allo scontro diretto con 18 punti in classifica" ha concluso Antonio Conte.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche