Ancelotti dopo Napoli-Brescia: "Se non la chiudi è normale soffrire, ma sono soddisfatto"

Serie A

L'allenatore del Napoli dopo la vittoria sul Brescia: "Se non la chiudi, è normale che soffri. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, tutto sommato sono soddisfatto. Di Lorenzo una sorpresa, Llorente ha fatto bene. Inter-Juve? Penso a Torino-Napoli"

NAPOLI-BRESCIA 2-1: GOL E HIGHLIGHTS

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Il Napoli soffre nel finale ma riesce a tornare al successo, battendo per 2-1 il Brescia allo stadio San Paolo. Questo il commento di Carlo Ancelotti: "Se non la chiudi e poi prendi gol, è chiaro che si soffre. Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, poi c'era caldo e abbiamo fatto uno sforzo incredibile. Tutto sommato sono soddisfatto. Nel finale ci siamo messi a cinque a centrocampo per chiudere meglio le fasce. Di Lorenzo e la fase difensiva? In possesso palla utilizziamo i tre difensori, alzando il terzino sinistro per dare ampiezza. Questa è una situazione offensiva, quando abbiamo la palla. Invece quando ci difendiamo stiamo regolarmente a quattro. Di Lorenzo è una grande sorpresa, è affidabile in qualunque posizione. È dei pochi calciatori a cui non devi spiegare le cose”. Sull'attacco, aggiunge: “Llorente è un calciatore nuovo, Milik ha un fisico simile ma caratteristiche differenti. L'ho scelto perché mi sembrava la partita adatta a lui, ha svolto il suo compito molto bene. Inter-Juve nel prossimo weekend? Sono più preoccupato di Torino-Napoli".

Mertens: "Non si può soffrire così"

Queste, invece, le parole di Dries Mertens: "Non puoi prendere gol, devi mantenere lo 0 e diventa una partita più facile. Per fortuna non abbiamo preso il secondo. Abbiamo sofferto, ma non si può. Abbiamo corso indietro, invece noi siamo una squadra che deve andare avanti e giocare verso la porta. Ma nel primo tempo abbiamo fatto bene, ripartiamo da questo. Meno uno da Maradona? Sono deluso anche per quello: grande palla di Allan, volevo metterla sul primo palo. Peccato, per me sarebbe stato un gol importante. Siamo un gruppo forte, dobbiamo capire che possiamo fare grandi cose".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche