Morte Squinzi, un minuto di silenzio su tutti i campi di calcio

Serie A

La Figc ha disposto un minuto di raccoglimento per le partite di tutti campionati in memoria del patron del Sassuolo. Il presidente Gravina: "Ci lascia un appassionato di calcio e un ottimo dirigente". Il messaggio del sito ufficiale del club: "Uomo di valore, Presidente illuminato". Anche il sindaco di Sassuolo si unisce al cordoglio: "Ha trasformato il Sassuolo in una grande realtà". Venerdì i funerali, proclamato lutto cittadino

Prima delle partite di tutti i campionati del fine settimana, si osserverà un minuto di silenzio in ricordo di Giorgio Squinzi, patron del Sassuolo scomparso a 76 anni dopo una lunga malattia. È la decisione del presidente della Federcalcio Gabriele Gravina che ha dichiarato: "L'intero movimento italiano si unisce al cordoglio della famiglia per la scomparsa di Giorgio Squinzi. I tanti messaggi sinceri ispirati alla sua memoria testimoniano come Squinzi fosse apprezzato e rispettato per le sue qualità umane prima ancora che per la sua capacità professionali. Il Paese perde un industriale capace e illuminato, mentre il nostro mondo piange un grande appassionato, oltre che un serio e generoso dirigente. In questo momento di dolore, mi piace ricordarlo con le tante opere concrete realizzate in favore del calcio italiano, partendo dall'investimento sullo stadio di proprietà - ha aggiunto Gravina - fino ad arrivare alla realizzazione del nuovo centro di allenamento del Sassuolo, società modello nel nostro sistema sempre disponibile a collaborare con la Figc per l'organizzazione di eventi internazionali, dove si condensano alla perfezione tre elementi riconoscibili in tutta l'attività di Squinzi: attenzione al gioco del calcio, efficienza e visione del futuro".

Il cordoglio del Sassuolo e il messaggio del sindaco 


Il Sassuolo ha voluto ricordare Squinzi pubblicando questa dedica: "Giorgio Squinzi 1943-2019. Uomo di valore. Presidente illuminato. Cuore neroverde". Anche il sindaco di Sassuolo, Gian Francesco Menani, ha lasciato un messaggio di vicinanza alla famiglia e ai tifosi: "La città piange un amico, un grande sostenitore, un uomo che ha saputo trasformare un sogno in una splendida realtà regalandole palcoscenici prestigiosi, prima di lui assolutamente inimmaginabili". Per la giornata dei funerali di Squinzi, che è stato anche presidente di Confindustria, il Comune ha proclamato il lutto cittadino. "Ci ha lasciati un grande uomo, prima ancora che un illuminato imprenditore – ha aggiunto il sindaco - da sempre legato alla nostra Sassuolo che, alcuni anni fa, gli ha concesso le chiavi della città. Ha saputo trasformare un Sassuolo con pochi tifosi e scarse speranze di salvezza in C2 in una squadra ammirata in tutto il mondo, la 'seconda squadra' di molti italiani, con ambizioni di vertice in serie A. Ho avuto l'occasione di incontrarlo in piazza Garibaldi, in occasione della festa per la promozione in serie A e ci siamo ritrovati in occasione dell'inaugurazione di quello che è l'ultimo regalo che ha voluto fare a Sassuolo: quel Mapei Football Center che lega ancor di più il Sassuolo a Sassuolo, la squadra e la società alla città".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche