Fiorentina, nuovo centro sportivo a Bagno a Ripoli: il progetto di Commisso

Serie A

La società viola ha svelato l'area dove nascerà la nuova casa del club e il centro sportivo: sarà a Bagno a Ripoli (Firenze). Commisso: "Opera che diverrà patrimonio dei tifosi e del territorio". Il responsabile del progetto: "Inizio lavori di costruzione entro 12 mesi"

FIORENTINA, BERGE RESTA NEL MIRINO

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Nuove importanti novità in casa viola, "l’inizio di una nuova era" come si legge nel profilo Twitter ufficiale del club. La Fiorentina, infatti, ha scelto Bagno a Ripoli (Firenze) per la sua nuova casa e il nuovo centro sportivo. La casa viola, si legge in una nota pubblicata sul sito ufficiale del club: "Si estenderà su una superficie di circa 25 ettari e sarà uno dei centri sportivi più grandi in Italia, ospiterà tutti gli uffici del club, i campi di allenamento della prima squadra maschile e femminile e quelli delle squadre giovanili".

Commisso: "Opera che diverrà patrimonio dei tifosi e del territorio"

Queste le parole del presidente viola Rocco Commisso: “Sono orgoglioso ed entusiasta di poter annunciare questa nuova pagina della storia del club. Dopo l’acquisizione della società il 6 giugno del 2019, la campagna di rafforzamento della squadra e la sponsorizzazione attraverso Mediacom, facciamo un altro importantissimo investimento che riteniamo fondamentale per la crescita della Fiorentina realizzando un’opera che diverrà patrimonio anche dei tifosi e del territorio”. Il presidente viola ha poi aggiunto: “Mi auguro che la stessa tempestività possa essere riproposta nell'iter che porterà alla realizzazione del nuovo stadio che sarebbe un tassello altrettanto indispensabile per permettere alla Fiorentina di crescere ulteriormente".

"Inizio dei lavori di costruzione entro 12 mesi"

Commisso ha poi concluso: "Dal momento del mio arrivo ho sempre detto che il mio intento è quello di fare le cose velocemente e la sottoscrizione di questo accordo è la testimonianza che, quando c’è la volontà ed il contributo di tutti, le cose possono essere fatte bene ed in tempi rapidi". A seguire l'iter realizzativo dell'opera sarà Marco Casamonti, dello studio Archea associati: “Il nostro obiettivo è di creare un centro tecnico all’avanguardia che possa essere un riferimento per il mondo dello sport e per il territorio. Ci piace sottolineare come l'area interessata sia prossima alle infrastrutture viarie principali, dall'uscita del casello autostradale a quello che sarà il capolinea della futura linea tramviaria. Prevediamo di iniziare i lavori di costruzione entro 12 mesi. Durante questo periodo, lavoreremo sul progetto e svolgeremo tutte le procedure amministrative", ha concluso.

I più letti