Roma-Milan, Pioli: "Mi aspettavo di più. Errori inaccettabili sul gol di Zaniolo"

Serie A
©Getty

Un punto conquistato in due partite alla guida del Milan. Stefano Pioli analizza il match che i rossoneri hanno perso 2-1 all'Olimpico contro la Roma: "Stiamo pagando a caro prezzo delle leggerezze che andrebbero eliminate il prima possibile"

Stefano Pioli torna dall'Olimpico con una sconfitta: 2-1 per la Roma e Milan fermo a 10 punti in classifica. L'allenatore rossonero ha parlato ai microfoni di Sky Sport della prestazione dei suoi: "Mi aspettavo di più perchè credo che nei due risultati ci abbiamo messo del nostro per non vincere. Abbiamo commesso degli errori troppo importanti per la squadra che siamo. Nella ripresa la gara è stata equilibrata, non abbiamo rischiato tantissimo ma non puoi prendere un secondo gol così. Stiamo pagando a caro prezzo delle leggerezze che andrebbero eliminate il prima possibile perchè i numeri sono negativi".

"C'è da lavorare sull'attenzione"

"Dentro al campo - prosegue Pioli -  era difficile giocare e per forza dovevamo aprire o cercare la profondità. Ora è inutile andare sul singolo o sul reparto. C'è da lavorare sull'attenzione e sulla condizione perchè con più attenzione si poteva portare avanti la partita sulla parità. Credo che ci siano le qualità per essere più pericolosi di quanto siamo stati stasera. Abbiamo sbagliato alcune scelte e quando giochi contro avversari del tuo valore devi fare una partita a livello tecnico migliore di quella che abbiamo fatto".

"Ho preferito cambiare il meno possibile"

Pioli difende la scelta di tenere ancora in panchina Piatek: "La mia idea è sfruttare al massimo tutti i giocatori. Ho avuto solo dieci giorni di lavoro. Dopo una buona prestazione collettiva con il Lecce in casa, oggi ho preferito cambiare il meno possibile per trovare le giuste distanze. Con il passare del tempo ci sarà una possibilità per tutti i giocatori che mi dimostreranno la voglia di andare in campo ed essere protagonisti. Vogliamo tornare a vincere".

I più letti