Brescia-Torino, Mazzarri: "Dopo il derby ci siamo ricompattati. Belotti fantastico"

Serie A
©LaPresse

I granata tornano a vincere e Cairo esulta: "Dimostrata compattezza. Mazzarri ha azzeccato i cambi? Non è una sorpresa". L'allenatore: "Ripartiamo dalla prestazione con la Juventus. Belotti è fantastico"

Il Torino torna a vincere e lo fa battendo 4-0 il Brescia. Un bel successo, in trasferta. Di quelli che scacciano incubi e cattivi pensieri. I granata non uscivano dal campo con i tre punti dallo scorso 26 settembre, poi un digiuno che iniziava a farsi troppo lungo: "Bisogna fare punti, questa squadra è la stessa dell'anno scorsa con anche delle aggiunte - ha spiegato il presidente Urbano Cairo a Sky Sport nel post gara - in generale è stata una bella partita. Abbiamo giocato un primo tempo eccellente e abbiamo chiuso i conti con una bella doppietta di Berenguer". In questi giorni, in queste settimane, ha parlato con la squadra. Ci ha messo la faccia: "I ragazzi hanno dimostrato compattezza e voglia di vincere". A guidarli c'è Mazzarri, mai in discussione per il numero uno granata: "Ha azzeccato tutti i cambi? Lo fa nel 90% dei casi, non è una sopresa. Adesso serve mantenere la concentrazione mostrata contro la Juventus". Ora c'è la sosta, che non ha portato bene al Toro negli ultimi due precedenti (sono arrivati due ko con Lecce e Udinese). Vietato ripetere gli stessi errori, anche perché a Torino arriverà l'Inter.

Mazzarri: "Dipende dal nostro atteggiamento"

Soddisfatto, e senza voce, anche lo stesso Walter Mazzarri: "Le critiche fanno parte di questo mestiere - spiega sempre a Sky Sport - ma non voglio neanche troppi elogi. Sul 2-0 per noi  e in vantaggio di un uomo abbiamo concesso troppo e la possibilità di rimettersi in partita. Faccio i complimenti ai ragazzi perché hanno sbloccato la gara meritatamente, creando tanto e subendo poco. Il tutto nonostante l'ansia per la mancanza di risultati". Il punto da cui ripartire è chiaro: "Dobbiamo scendere in campo con lo stesso atteggiamento del derby contro la Juve, dove abbiamo fatto vedere il Toro dell'anno scorso. La Serie A è difficile, ogni avversario è competitivo. Dipende da noi". Mazzarri sta recuperando anche qualche giocatore, che sta tornando al top della condizione: "Adesso non ci voleva la sosta, ma quando ritorneremo bisognerà ripetere la stessa prestazione". Chiosa anche su Verdi partito dal 1' senza però lasciare il segno: "Parliamo della squadra, non del singolo. Ha fatto bene quando anche i compagni giravano, poi ha accusato il calo di tensione collettivo. Partner ideale di Belotti? Per me Andrea deve giocare centravanti con una seconda punta mobile che gli gira intorno perché lui ha bisogno di spazio. L'anno scorso abbiamo giocato quasi sempre con il 3-4-3 con due mezze punte e lui poteva innescare la sua potenza. Che faccia gol o no è fantastico perché allunga la squadra e fa giocare bene gli altri due".

 

I più letti