Juventus-Milan, Pioli: "La prestazione c'è stata, è mancato soltanto il risultato"

Serie A

L'allenatore rossonero sulla sconfitta contro la Juve: "È mancato solo il gol, ma la prestazione è arrivata. Abbiamo fatto anche più del nostro avversario, ma quando non segni può accadere di perdere contro la Juve. La classifica ci obbliga a restare concentrati, dobbiamo lavorare tanto e crescere ancora perché i miglioramenti li vedo quotidianamente"

Non basta una buona prestazione al Milan per strappare punti all'Allianz Stadium. La Juventus vince ancora, battendo i rossoneri grazie a un gol di Paulo Dybala. Queste le parole di Stefano Pioli: "È mancato il risultato, ma la prestazione è arrivata – ha dichiarato a Sky Sport l'allenatore rossonero - Abbiamo fatto anche più dell'avversario, ma quando non segni una squadra come la Juve può farti la giocata e la perdi. È un peccato. La classifica chiaramente non è da Milan, questo ci obbliga a restare concentrati. La partita è stata giocata con grande intensità, questo ci deve dare convinzione nei nostri mezzi e la consapevolezza che manca quel qualcosina in più che ci permette di vincere le partite. Abbiamo avuto le occasioni, poche squadre hanno calciato 15 volte in porta in casa della Juve. Dobbiamo vivere per il gol per vincere le partite. Però c'è da dire che abbiamo preso un gol in cui non siamo stretti a dovere per difenderci dai loro calciatori pericolosi. Tante cose positive, ma c'è da lavorare a Milanello. Barcolliamo ma non molliamo, ora dobbiamo sicuramente lavorare tanto e crescere ancora. I miglioramenti li vedo tutti i giorni e anche nelle ultime prestazioni, abbiamo giocato contro Lazio e Juve e abbiamo fatto bene. Tutti i palloni possono essere decisivi, in questo dobbiamo crescere".

"Spirito giusto, è mancata la stoccata vincente"

"In tutte le partite cerchiamo delle soluzioni per avere dei vantaggi in fase offensiva e per appoggiare quella difensiva – prosegue - Avevamo deciso di stringerci in fase di non possesso, l'abbiamo fatto abbastanza bene. Nel primo tempo è mancata un po' d'ampiezza, l'ingresso di Bonaventura era poi per infastidire Pjanic e per rinforzare la zona centrale. La partita l'abbiamo interpretata bene, fare risultato qua non ci avrebbe cambiato la classifica ma ci avrebbe aiutato nel morale. La squadra è giovane, i risultati ti danno consapevolezza e fiducia. Ci saranno altre partite in cui dovremo dimostrare personalità e qualità perché vogliamo e dobbiamo tornare a vincere. Mancano i gol? L'importante è creare, giocare contro la Juve è difficile e noi non siamo in un grande momento. Ma la squadra ha mostrato lo spirito giusto, è mancata la stoccata vincente. Così come nell'occasione del loro gol eravamo numericamente ben piazzati ma non ben posizionati, dobbiamo essere più attenti nelle due aree di rigore che alla fine decidono partite equilibrate come questa. Anche perché in queste ultime giornate abbiamo raccolto meno di quanto meritato. Difesa a 3? In questo momento non credo".

I più letti