Serie A, 13^ giornata: presentazione, numeri, curiosità e statistiche

Serie A

Dopo la sosta per le nazionali torna la Serie A. Giocheranno tutte il sabato le squadre impegnate in settimana in Champions League. La Juventus ospita l'Atalanta, mentre l'Inter va a Torino. A San Siro il Milan di Pioli riceverà il Napoli. Lecce Cagliari il posticipo della domenica, mentre SPAL-Genoa chiuderà la giornata

TORINO-INTER LIVE

Atalanta-Juventus, sabato 23 novembre, ore 15

Atalanta-Juventus sarà la partita che aprirà la giornata numero 13 del campionato di Serie A. Due squadre che stanno attraversando momenti alterni di condizione. Tre vittorie consecutive per i bianconeri, mentre la squadra di Gasperini nello stesso periodo ha totalizzato due pareggi e una sconfitta. Per tornare alla vittoria l’Atalanta dovrà sfatare un tabù che dura dal 2001, sono infatti 18 anni che i nerazzurri non vincono questa sfida. Degli 87 punti disponibili, la Juventus ne ha conquistati 75, vincendo 23 volte e pareggiandone 6. Inoltre la squadra di Sarri trova il gol da 20 trasferte consecutive contro l'Atalanta, l’ultima volta senza gol fu nel 1991. I bergamaschi nonostante la frenata delle ultime partite, hanno conquistato 22 punti nelle prime 12 giornate, mai erano riusciti a fare meglio. Anche i bianconeri hanno però macinato punti: 32 nelle prime 12 partite, solo nel 2005/2006 (33) e nel 2018/2019 (34) erano riusciti a fare meglio. Gasperini potrebbe ritrovare Zapata, reduce da un lungo infortunio, con lui in campo la media reti è di 3 ogni 90 minuti, senza il colombiano è scesa fino a 1.8. Dall’altra parte, Higuain ha segnato in sette partite all'Atalanta, contro nessuna squadra ha fatto meglio.

Milan-Napoli, sabato 23 novembre, ore 18

Due sconfitte consecutive per il Milan, quattro partite senza successi per il Napoli in campionato. A San Siro arriveranno due squadre in cerca di punti. La squadra di Ancelotti ha perso solo una delle ultime 16 partite di Serie A contro il Milan, mente i rossoneri non vincono in casa contro i campani da quattro partite. Sette sconfitte nelle prime 12 gare per la squadra di Pioli, che solo nella stagione 1941/42 era partita peggio, mai sono arrivate 8 sconfitte nelle prime 13 gare. Milan e Napoli sono le due squadre che hanno inoltre peggiorato di più rispetto alla scorsa stagione. Sarà la cinquantesima presenza in Serie A per Piatek che ha segnato 12 gol nelle prime 30 partite con il Milan, erano state 13 nelle prime 19 con il Genoa. Dall’altra parte Insigne ha nel Milan la sua vittima preferita, sono infatti 6 le reti contro i rossoneri.

Torino-Inter, sabato 23 novembre, ore 20.45

L’Inter giocherà conoscendo già il risultato della Juventus e vorrà conquistare la quarta vittoria di fila. Dovrà però rompere la striscia negativa di cinque partite senza vittoria contro i granata. La squadra di Mazzarri ha vinto le ultime due partite contro i nerazzurri ed è tornata alla vittoria dopo aver conquistato due punti nelle precedenti sei partite. Dall’altra parte invece l’Inter ha raggiunto il record di punti nelle prime 12 partite nell'era dei tre punti. Importanti le sei vittorie in trasferta, stesso record fatto nel 2012/2013 dove però perse alla settima. Sarà una partita maschia con il Torino che è la squadra che commette più falli (189). L’Inter si poggerà sulle spalle di Lukaku: i suoi gol hanno portato già 11 punti ai nerazzurri.

Bologna-Parma, domenica 24 novembre, ore 12.30

La vittoria contro la Roma ha lanciato il Parma in classifica. Dopo una partenza sprint invece il Bologna ha rallentato uscendo sconfitta nelle ultime tre partite. Un andamento che si è riflesso anche nelle gare casalinghe: al Dall’Ara infatti dopo otto vittorie consecutive, è arrivato un solo successo nelle ultime quattro. I rossoblù sono però imbattuti da cinque partite in Serie A contro il Parma. Sarà la sfida tra due attaccanti: Palacio, che ha segnato il suo primo gol in Serie A proprio contro il Parma e Cornelius, autore già di cinque gol ovvero due in più rispetto alle precedenti 27 partite della competizione. 

Roma-Brescia, domenica 24 novembre, ore 15

La Roma sconfitta dal Parma nell’ultima giornata, ospita all’Olimpico il Brescia ultimo in classifica. I giallorossi hanno perso solo due delle ultime 17 partite di Serie A contro i lombardi, però quattro delle ultime cinque gare tra le due squadre nella capitale sono finite in pareggio. Un Olimpico dove la Roma fa fatica: sono infatti solo 11 i punti ottenuti in sei partite, peggio solo nella stagione 2012/2013. Dall’altra parte invece il Brescia ha ottenuto l’86% dei propri punti in trasferta. Sfida tra attaccanti tra Dzeko e Balotelli. Il bosniaco ha segnato 16 reti nelle ultime 15 partite contro squadre neopromosse. Mentre l’italiano ha realizzato la sua prima doppietta in Serie A contro la Roma nel marzo 2009, quando aveva 18 anni e 201 giorni. Solo Kean e Pellegri ci sono riusciti da più giovani.

Sassuolo-Lazio, domenica 24 novembre, ore 15

La Lazio cerca contro il Sassuolo di continuare il suo ottimo momento di forma, ma contro i neroverdi nella scorsa stagione sono arrivati due pareggi. I biancocelesti hanno perso solo una delle sei trasferte in campionato contro il Sassuolo. Due squadre offensive: la squadra di De Zerbi ha realizzato 15 gol nelle prime sei partite casalinghe in Serie A, mentre la formazione di Inzaghi ha realizzato almeno due gol in tutte le ultime sette partite di campionato. Da una parte protagonista potrebbe essere Boga, il giocatore che conta più dribbling riusciti in Serie a (38), nella stessa classifica al terzo posto c’è invece Luis Alberto (29). Dall’altra Immobile ha segnato 14 gol in 12 partite di campionato, lo scorso anno in tutta la stagione si era fermato a 15.

Verona-Fiorentina, domenica 24 novembre, ore 15

Un solo punto divide in classifica Verona e Fiorentina. Entrambe sono uscite sconfitte dall’ultima partita. I viola sono però la squadra che è stata battuta più volte dal Verona in Serie A (13). Una partita che preannuncia tanti gol: la Fiorentina ha segnato almeno due reti in tutte le ultime cinque trasferte ed ha sia segnato che subito gol in tutte le ultime quattro gare con una media di 3,8 gol a partita. Il Verona è però la squadra che in questo campionato ha la media più bassa di tiri in porta con 3,2. Protagonisti della partita potrebbero essere Lazovic che contro la Fiorentina ha segnato il suo primo gol in Serie A e Ribery. Con il francese titolare la Fiorentina ha il 43% dei successi, senza invece solamente il 20%

Sampdoria-Udinese, domenica 24 novembre, ore 18

Dal ritorno in Serie A della Sampdoria nel 2012/2013 il bilancio tra le due squadre è in equilibrio: cinque vittorie a testa e quattro pareggi. La Sampdoria ha però persolo solo uno degli ultimi 14 incontri interni in Serie A contro l’Udinese. Dall’altra parte i bianconeri hanno vinto l’ultima trasferta contro il Genoa, solo una volta nel 1982/1983 sono riusciti a vincere entrambe le gare disputate in Liguria. Per i bianconeri sarà importante la difesa: l’Udinese ha infatti vinto senza subire gol tre delle ultime quattro partite di Serie A disputate dopo la pausa per le nazionali. Ex della partita Fabio Quagliarella che ha giocato 73 partite con la maglia bianconera segnando 25 gol. Dall’altra parte Nestorovski ha già segnato contro la Sampdoria in Serie A nel 2016, non è però ancora riuscito a trovare il gol con l’Udinese.

Lecce-Cagliari, domenica 24 novembre, ore 20.45

Due stati d’animo diversi per Lecce e Cagliari. I pugliesi non vincono da 7 partite. I sardi sono invece quarti in classifica e reduci da tre vittorie consecutive. Solo 3 delle ultime 16 sfide tra le due squadre in Serie A sono terminate in pareggio e inoltre il Lecce ha vinto otto sfide interne contro il Cagliari, solo l’Udinese ha ottenuto più successi. La squadra di Liverani ha però conquistato solo due punti in casa, peggio ha fatto solo il Brescia. Dall’altra parte il Cagliari ha vinto sette delle ultime 12 partite, solo nella stagione 1968/69 ha fatto meglio. Tanti gli ex in casa Lecce: Mancosu, Rossettini, Farias, Tabanelli, Tachtsidis, Gabriel e Vigorito hanno infatti un passato in Sardegna. Momento di forma ottimo invece per Simeone che ha partecipato attivamente a una rete per quattro gare di fila.

Spal-Genoa, lunedì 25 novembre, ore 20.45

Un solo punto divide SPAL e Genoa in classifica. La squadra di Semplici da quando è tornata in Serie A è rimasta imbattuta in tutte le quattro sfide di campionato contro i rossoblù. Inoltre nelle ultime 11 gare, per ben sette volte la SPAL è riuscita a mantenere la porta inviolata contro i liguri. Dall'altra parte il Genoa ha vinto solamente una delle ultime 10 partite in Serie A ed è la squadra che ha conquistato meno punti da metà settembre. La formazione di Thiago Motta non vince in trasferta dal 28 gennaio contro l’Empoli e proprio insieme alla SPAL e alla Sampdoria sono le squadre a non essere mai stati nemmeno un minuto in vantaggio in trasferta. Protagonisti della partita potrebbero essere Kurtic che ha segnato la prima di due doppiette in Serie A proprio contro il Genoa. Dall’altra parte invece Pinamonti ha segnato il suo primo gol in Serie A proprio contro la SPAL con la maglia del Frosinone.

I più letti