Balo non convocato, Grosso: "Situazione ingigantita, ma deve riuscire ad aiutarsi"

Serie A
©LaPresse

Alla vigilia della trasferta di Roma, l'allenatore del Brescia torna sul caso Balotelli: "Non si stava allenando a ritmi alti, in quel momento ho messo Mario da parte, ho fatto entrare un suo compagno ed è tutto finito lì. Ogni cosa che lo riguarda viene ingigantita. A me invece piacerebbe tanto riuscire ad aiutarlo ma la maggior parte del lavoro spetta a lui". L'attaccante non convocato per la sfida contro la Roma

SERIE A, ROMA-BRESCIA LIVE

L'esordio in panchina con lo 0-4 interno contro il Torino, l'allontanamento di Balotelli dall'allenamento del mercoledì nel centro sportivo di Torbole e lo sguardo sulla trasferta dell'Olimpico contro la Roma. Alla vigilia dell'impegno di campionato, Fabio Grosso fa il punto sul suo Brescia, oggi ultimo in classifica con 7 punti ma a -3 dalla zona salvezza. Inevitabile che il primo punto all'ordine del giorno riguardi proprio Balotelli: "Non voglio né minimizzare nè gonfiare la situazione – le parole di Grosso ai microfoni di Sky Sport - eravamo nel nostro centro sportivo in cui difficilmente si riesce a lavorare lontano da occhi indiscreti, così a volte vengono fuori cose che sono poi ingigantite inutilmente. A me piace parlare di squadra, credo nei valori comuni e nelle qualità degli allenamenti. A volte può capitare che un giocatore non riesca ad allenarsi a ritmi alti o non sia in giornata. Non mi piace che questo condizioni lui o i suoi compagni. In quel momento ho messo Mario da parte, ho fatto entrare un suo compagno ed è tutto finito lì. Lo immaginavo già ma mi sto rendendo conto che qualsiasi cosa lo riguardi viene ingigantita. Questo non lo aiuta. A me invece piacerebbe tanto riuscire ad aiutarlo, però riesco ad arrivare fino a un certo punto".

Balotelli non convocato

Balotelli non è stato convocato per la sfida contro la Roma. Prima della decisione Grosso aveva spiegato: "Questo mi piacerebbe dirlo prima alla squadra e poi comunicarlo". Con un messaggio per Mario: "La maggior parte del lavoro spetta a lui e lo sa, ne abbiamo parlato diverse volte. Deve essere in grado di mettersi a disposizione dei compagni perché le qualità per poter essere importante in questa squadra le ha ma non può prescindere dalle altre che poi determinano tutti i percorsi".

"Torregrossa importante per noi, potrebbe partire dall'inizio"

In un Brescia privo di Mateju, squalificato, e che in difesa ritroverà Chancellor, potrebbe esserci spazio dal 1' in attacco per Ernesto Torregrossa: "Si tratta di un ragazzo che sta rientrando, ha grande entusiasmo e quindi gli vanno dati minuti – le parole di Grosso - proprio per questo sto pensando di farlo giocare dall’inizio. Le qualità ci sono e saranno importanti per il suo futuro". A prescindere dagli interpreti, conterà l'atteggiamento: "Abbiamo lavorato duro per migliorare perché abbiano un obiettivo importante come la salvezza. Crediamo nelle nostre qualità e sappiamo che attraverso il lavoro potremo essere in grado di ottenere dei punti importanti che ci faranno arrivare all'obiettivo finale determinati. Modulo? Non credo molto ai numeri, noi dovremo avere delle caratteristiche ben precise. Affrontiamo squadre con livelli tecnici superiori al nostro ma potremo compensare questo con grande impegno e determinazione, provando anche a proporre qualcosa. Pensare di fare risultati solo difendendosi sarebbe impensabile".Dopo la Roma, il Brescia sfiderà l'Atalanta in casa nel derby: "Abbiamo un calendario difficile – è l'analisi di Grosso - ma noi dobbiamo essere bravi a saperci strutturare al di là degli avversari perché così potremo raccogliere i punti che riusciremo a trovare e potremo lavorare sodo per cercare di arrivare a un obiettivo grandissimo, anche all'ultimo minuto dell'ultima giornata".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche