Infortunio De Ligt: lussazione in Atalanta-Juve nella migliore gara da quando è in Italia

Serie A
©Getty

Il difensore è in dubbio per la gara di martedì in Champions contro l'Atletico Madrid. A Bergamo è stata la sua miglior gara da quando è alla Juventus e i numeri lo confermano

JUVE-ATLETICO LIVE

La partita di De Ligt contro l’Atalanta è di quelle da ricordare. Prestazione sontuosa dell’olandese. L’unica nota negativa è l'infortunio rimediato dopo una caduta a inizio secondo tempo. Sarri aveva mandato a scaldare Demiral per farlo entrare subito, ma il classe 1999 ha resistito e ha giocato fino alla fine nonostante il dolore. Dagli esami di questa domenica è emersa una lussazione alla spalla: il difensore è in dubbio per la partita di Champions contro l’Atletico Madrid del 26 novembre.  

I numeri di De Ligt

Nella pioggia di Bergamo De Ligt ha dimostrato tutto il suo valore e sembra tornato quello visto con la maglia dell’Ajax. Almeno tre interventi decisivi che evitano guai a Szczesny. Cuore e concentrazione. Nei 90 minuti giocati contro l'Atalanta De Ligt non ha commesso neanche un fallo e l’87,5% dei 40 passaggi effettuati sono andati a buon fine. Ha vinto anche 8 duelli e recuperato 4 palloni. Anche nel big match del turno precedente vinto 1-0 contro il Milan, De Ligt non aveva commesso falli, vinto 6 duelli e completato l’89,4% dei 47 passaggi totali. Nel derby con il Torino di due giornate fa aveva commesso 3 falli e la percentuale di passaggi riusciti è stata più bassa rispetto alle ultime due prestazioni, rischiando anche di concedere un rigore per un fallo di mano. Ma in compenso al 70’ il numero 4 ha segnato il suo primo gol in A regalando la vittoria ai bianconeri. Questi dati testimoniano una crescita costante di De Ligt che sembra aver capito cosa chiede l’allenatore e si è adattato a un campionato nuovo come la Serie A, in cui ha rimediato appena 2 ammonizioni in 10 presenze.

La crescita costante

A inizio stagione però i numeri di De Ligt non erano così incoraggianti. Dopo la prima partita vinta dalla Juventus a Parma dove è rimasto a guardare in panchina, De Ligt ha giocato titolare contro Napoli e Fiorentina, complice l’infortunio di Chiellini. I bianconeri hanno subito 3 gol in casa dalla squadra di Ancelotti e il difensore non è sembrato a suo agio, sbagliando diversi interventi e recuperando solo 2 palloni. Contro il Verona alla quarta di campionato Sarri gli ha preferito Demiral al centro della difesa. Nella vittoria contro l'Inter a San Siro De Ligt ha commesso un fallo di mano da rigore, trasformato poi da Lautaro per il momentaneo vantaggio nerazzurro e ha perso 8 duelli. Anche nel pareggio 1-1 in trasferta contro il Lecce alla 9 giornata, De Ligt ha concesso il rigore trasformato poi da Mancosu per un tocco di mano in area e ha commesso 2 falli. Ma aveva anche recuperato 8 palloni e vinto 4 duelli. Sarri non lo ha schierato nella partita successiva contro il Genoa. Da allora tre partite in costante crescita, toccando l'apice nella prestazione alla “De Ligt” contro l'Atalanta. L'olandese ora è l’uomo in più di Sarri.Spalla permettendo, naturalmente...

De Ligt

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche