Liverani dopo Lecce-Cagliari: "Espulsione Lapadula? C'era solo quella di Olsen"

Serie A
©LaPresse

Le parole dell'allenatore giallorosso dopo il caldo finale del Via del Mare: "Partita fatta di episodi: un rigore su un cross innocuo, poi un errore nostro, potenziali colpi da ko. Ma questa squadra ha cuore e qualità. Il rosso a Lapadula? Da espulsione solo Olsen". E il ds Meluso: "Errore inconcepibile"

Il doppio svantaggio, la grande rimonta, un finale caldissimo. Tra Lecce e Cagliari è successo di tutto, nel posticipo della 13^ giornata di Serie A (in programma domenica e rinviato per pioggia a questo pomeriggio). Alla fine, un 2-2 acciuffato al 91' che può far sorridere i ragazzi di Liverani. Ma nel postpartita il clima è tutt'altro che sereno in casa Lecce: "C'è stata una squadra che ha giocato a calcio e un'altra che ha costruito la partita su un mezzo rigore e un nostro errore di disimpegno", le parole dell'allenatore ai microfoni di Sky Sport. "Se analizzo questa partita, fatico a credere che stavamo per perderla: oggi siamo fuori dalla zona rossa e l'obiettivo è rimanerci anche il 24 maggio". Lo 0-2 trovato da Nainggolan al 67' poteva tagliare le gambe a chiunque: "Sì, il primo gol nato da un rigore su un cross innocuo, poi la respinta corta sul secondo. Erano colpi da ko", ammette Liverani. "Ma questa squadra ha cuore e qualità: sono orgoglioso dei miei ragazzi". La rabbia giallorossa sale per la gestione arbitrale del finale, con la doppia espulsione Olsen-Lapadula: "Solo il portiere è da rosso", non ci sta l'allenatore. "Il Var esiste anche per questo: un conto è appoggiare la testa, un altro è rifilare una manata".

Meluso: "Brutta giornata per gli arbitri, di nuovo contro di noi"

A fare eco alle parole di Liverani, sono arrivate anche quelle di Mauro Meluso: "Voglio fare i complimenti alla squadra e allo staff", inizia il direttore sportivo giallorosso. "La partita si era complicata in maniera casuale, senza grandi colpe da parte nostra: siamo stati sfortunati". Però secondo la dirigenza del Lecce c'è stato altro, al di là della cattiva sorte: "Diciamo che non è stata una grande giornata per gli arbitri: né per Mariani, né per il Var. E succede spesso, sempre a noi: per una squadra come la nostra i punti hanno un peso specifico differente, anche se giusto un paio possono fare la differenza". Il riferimento è di nuovo all'espulsione di Lapadula: "È inconcepibile. Olsen lo spintona, l'attaccante reagisce ma al limite è da ammonizione. Non possono essere valutati allo stesso modo i comportamenti dei due giocatori. E ora perderemo Lapadula pure nella prossima partita".

I più letti