Mihajlovic, omaggio da Bologna: il Comune gli conferisce la cittadinanza onoraria

bologna
©LaPresse

Giornata speciale per l'allenatore rossoblù, tornato in panchina nell'ultimo turno contro il Milan. Come annunciato dalla società, il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità (30 voti su 30 presenti) la proposta della cittadinanza onoraria avanzata dalla lista civica "Insieme Bologna"

"Sono un figlio di Bologna", aveva spiegato recentemente ringraziando la città per tutto l’affetto ricevuto. E nella giornata di lunedì è arrivato un nuovo omaggio per Sinisa Mihajlovic, 50enne allenatore rossoblù tornato in panchina nell’ultimo turno contro il Milan: una serata di applausi per lui che, nei giorni precedenti, aveva commosso in conferenza stampa raccontando il suo stato di salute. Mihajlovic sempre più bolognese, l’ha confermato con un comunicato la società: ecco la cittadinanza onoraria da parte della città di Bologna, riconoscimento approvato all’unanimità (30 voti su 30 presenti) attraverso la proposta arrivata dalla lista civica "Insieme Bologna". Sinisa e il capoluogo emiliano sempre più uniti, lo ribadisce l’ultima dimostrazione della città.


Così ha commentato all’Ansa Virginio Merola, sindaco di Bologna: "Un bel voto, una discussione positiva su un tema delicato come la malattia e il modo di affrontarla. La scelta del consiglio comunale è un ulteriore gesto d'affetto per l'allenatore del Bologna e per la sua famiglia, e un sincero ringraziamento per i medici e i sanitari che lo stanno curando in una delle nostre strutture d'eccellenza. In questi mesi difficili, Bologna ha voluto essere vicina a Mihajlovic e in molti hanno potuto comprendere i valori che la nostra città sa esprimere".

Il comunicato del Bologna

"Il Consiglio comunale, nella seduta di oggi, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno per concedere la cittadinanza onoraria all’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic. Il documento chiede anche di verificare la possibilità di concedere la residenza temporanea per motivi di salute alle persone con patologie oncologiche. Il testo, presentato dal consigliere Gian Marco De Biase (Insieme Bologna) e firmato dai consiglieri Giulio Venturi (Insieme Bologna), Claudio Mazzanti e Roberto Fattori (Partito Democratico), Mirka Cocconcelli (Lega Nord) e Massimo Bugani (Movimento 5 Stelle) è stato emendato in aula. L’ordine del giorno verrà recepito da una delibera che seguirà l’iter nelle commissioni consiliari competenti per poi ritornare in Aula per l’approvazione finale".

I più letti