Probabili formazioni Serie A della 16^ giornata: ultime news dai campi

formazioni
©Getty

Tutte le news e le ultime notizie direttamente dagli inviati Sky. C’è curiosità intorno al nuovo Napoli di Gattuso con Milik che si è ristabilito. Sarri non avrà Pjanic ma riesce a recuperare Bentancur. Belotti migliora, il Toro ci spera. Finito il 2019 di Ribery. Pioli non modifica il suo Milan mentre Conte qualche cambio potrebbe farlo

Per le squadre impegnate nelle Coppe, finisce questo weekend un tour de force mica da ridere con tante partite nello spazio di pochi giorni. Tra gioie e delusioni le 'big' devono riprendere il cammino (o ritrovare la strada giusta) in campionato. Le scelte, come sempre, non sono semplici. Alcune saranno anche scontate ma altre possono fare la differenza per i fantallenatori.

Ecco quindi arrivare in soccorso la squadra di Sky Sport con notizie sempre fresche e situazioni costantemente aggiornate dai vari ritiri. Per verificare anche indisponibili e squalificati, vi rimandiamo ai nostri 'CAMPETTI'

BRESCIA-LECCE, sabato ore 15

Brescia, Cistana unico cambio rispetto a 7 giorni fa

Corini, dopo la bella quanto importante vittoria contro la Spal, deve rimpiazzare Andrea Cistana, fermato per un turno dal giudice sportivo. In difesa si candida quindi Magnani anche se a Ferrara non giocò una gara perfetta. C’è sempre l’ipotesi Mangraviti che però in passato ha giocato con la linea a tre. Davanti Balotelli confermato dopo la rete da 3 punti. Occhio a Donnarumma, non al meglio.

BRESCIA (4-3-1-2) probabile formazione: Joronen; Sabelli, Magnani, Chancellor, Mateju; Bisoli, Tonali, Ndoj; Romulo; Torregrossa, Balotelli.

Lecce, cambi obbligati e cambi probabili in ogni reparto

Liverani non potrà contare sugli squalificati Lucioni e Petriccione. Buon per il tecnico giallorosso che Rossettini sia di rientro proprio da una squalifica. Ritorno nell’XI titolare per l’ex Chievo al fianco di un confermato Dell’Orco. In mediana invece si va verso la linea Majer-Tachtsidis-Tabanelli. Davanti torna a diposizione Lapadula che dovrebbe riprendersi una maglia da titolare.

LECCE (4-3-1-2) probabile formazione: Gabriel; Rispoli, Rossettini, Dell'Orco, Calderoni; Majer, Tachtsidis, Tabanelli; Shakhov; Lapadula, Farias.

NAPOLI-PARMA, sabato ore 18

Napoli, ecco uomini e sistema di Gattuso

C’è tanta attesa in casa Napoli. Dopo il divorzio da Carlo Ancelotti e l’insediamento di Gennaro Gattuso, c’è da capire come giocherà il nuovo allenatore. Il suo sistema di gioco di riferimento è il 4-3-3 ma in passato ha dimostrato di poter anche cambiare e adattarsi. Questo è un Napoli con eredità ‘sarriana’ di 4-3-3 che molto probabilmente verrà rispolverato. Out per squalifica Maksimovic, in mediana spazio a Fabian e Allan. Davanti tante soluzioni con Milik che ha svolto tutto l'allenamento del venerdì e che quindi è in pole rispetto a Llorente.

NAPOLI (4-3-3) probabile formazione: Meret; Di Lorenzo Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Zielinski, Allan, Fabian Ruiz; Callejon, Milik, Insigne.

Parma, Kucka ko. Tornerà nel 2020

Non pare aver termine la sequenza di infortuni in casa Parma. L’ultimo in ordine di tempo è stato quello capitato a Kucka, match winner contro la Sampdoria. Il centrocampista è ai box per un problema al polpaccio e possiamo dare per concluso il suo 2019. A centrocampo quindi si candida Brugman che però è in ballottaggio con Grassi. Problemi per Scozzarella che non sarà della partita. Davanti tridente formato da Kulusevski, Cornelius e Gervinho.

PARMA (4-3-3) probabile formazione: Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman, Barillà; Kulusevski, Cornelius, Gervinho.

GENOA-SAMPDORIA, sabato ore 20:45

Genoa, emergenza in attacco per Motta

La formazione del Genoa è forse la più complicata da ipotizzare tra quelle di questo turno di campionato. A Lecce i rossoblù erano rimasti in 9 causa espulsioni di Pandev e Agudelo che ovviamente salteranno il Derby. Pajac è un forfait dell’ultimo minuto e Ankersen non è al 100% della condizione. Tra i vari recuperati c’è anche Saponara che resta una valida alternativa come trequartista. Thiago Motta sta provando difesa a 3 (vista a Lecce) e linea a 4. Davanti possibile coppia Favilli-Pinamonti.

GENOA (3-5-2) probabile formazione: Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Ghiglione, Sturaro, Schöne, Cassata, Ankersen; Pinamonti, Favilli.

Sampdoria, Depaoli e Gabbiadini provano a stringere i denti

Tre punti di domanda in casa Samp in vista del Derby: in mediana c’è il solito testa a testa tra Linetty e Jankto con il primo che dovrebbe spuntarla. In difesa va verso la conferma da terzino Thorsby ma attenzione perché Depaoli sta progressivamente migliorando e prova a recuperare. Le sensazioni sono positive e l'ex Chievo potrebbe tornare dal primo minuto. In attacco non al meglio Gabbiadini che però conta di essere arruolabile per tempo e di partire nell’XI titolare.

SAMPDORIA (4-3-1-2) probabile formazione: Audero; De Paoli, Ferrari, Colley, Murru; Ekdal, Vieira, Linetty; Ramirez; Quagliarella, Gabbiadini.

VERONA-TORINO, domenica ore 12:30

Verona, due rientri in difesa. Un dubbio sulla trequarti

Juric non avrà a disposizione Dawidowicz, fermato per un turno dal giudice sportivo. Porte girevoli in difesa, visto che torna (dalla squalifica) Gunter. Attenzione però anche a Kumbulla che a Bergamo era andato in panchina e che a questo punto potrebbe tornare dal 1’ contro il Torino. Dietro a Di Carmine, pronti  Verre e Pessina con il secondo favorito al momento su Zaccagni.

VERONA (3-4-2-1) probabile formazione: Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Verre, Pessina; Di Carmine.

Torino, ottimismo per Belotti

Alla ripresa degli allenamenti, Andrea Belotti si è sottoposto a nuovi esami, salvo poi svolgere allenamento personalizzato. I test però hanno dato esito incoraggiante. Migliora quindi il recupero del ‘Gallo’ che vorrebbe già essere in campo a Verona. L'attaccante si è unito ai compagni, al pari di De Silvestri, e tutto porta a pensare a una sua titolarità. De Silvestri invece resta sfavorito nel testa a testa con Ola Aina. Recuperato anche Lukic.

TORINO (3-5-2) probabile formazione: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; Ola Aina, Baselli, Rincon, Lukic, Ansaldi; Verdi, Belotti.

BOLOGNA-ATALANTA, domenica ore 15

Bologna, torna Medel. Davanti in pole Santander

Mihajlovic non recupera gli esterni bassi di sinistra e quindi serve ancora tappare quel buco. Le scelte sono limitate a Mbaye o a Denswil adattato nuovamente a terzino. In mediana pronto a riprendere posto Medel con Poli suo probabile partner. Skov Olsen spera nella seconda gara consecutiva da titolare ma Orsolini è un avversario tosto da panchinare nuovamente. In attacco c'è Santander in vantaggio sui compagni di reparto. Sulla trequarti Dzemaili favorito.

BOLOGNA (4-2-3-1) probabile formazione: Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Bani, Denswil; Medel, Poli; Orsolini, Dzemaili, Sansone; Santander.

Atalanta, Ilicic out. Davanti fuori Muriel?

Nerazzurri ancore euforici dopo la qualificazione agli ottavi di Champions ma che non vogliono ‘distrarsi’ in campionato. Contro il Bologna ci sarà qualche rotazione visto lo sforzo fisico e psicologico in Europa. Gasperini deve verificare vari elementi ma qualche indicazione possiamo già darla. Molto probabile la titolarità di Malinovskyi sulla trequarti. Ancora a riposo Ilicic. Corsie esterne presidiate da Castagne e Gosens mentre in attacco Muriel potrebbe essere ruotato, almeno inizialmente. C'è Barrow pronto a giocare dall'inizio.

ATALANTA (3-4-2-1) probabile formazione: Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Castagne, De Roon, Pasalic, Gosens; Gomez, Malinovskyi; Barrow.

JUVENTUS-UDINESE, domenica ore 15

Juventus, recuperato Bentancur

Contro l’Udinese mancheranno gli squalificati Pjanic e Cuadrado. In difesa ballottaggio tra Danilo e De Sciglio. Sarri recupera Douglas Costa, Ramsey e a sorpresa anche Bentancur, che si è allenato col gruppo ed è recuperabile per un posto in mezzo. Emre Can va verso una maglia da titolare. Le soluzioni sono tante, compresa quella di un momentaneo ritorno al 4-3-3 qualora Douglas Costa fosse pronto per scendere in campo dal primo minuto. L’altra suggestione è vedere dall’inizio Dybala, Higuain e Ronaldo. Al momento però si va verso un 4-3-1-2 con Bernardeschi trequartista.

JUVENTUS (4-3-1-2) probabile formazione: Szczesny; Danilo, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Emre Can, Bentancur, Matuidi; Bernardeschi; Dybala, Ronaldo.

Udinese, pochi dubbi per Gotti

Il pareggio di settimana scorsa ha riportato certezze in casa bianconera. In difesa De Maio dovrebbe essere confermato anche se Becao non è totalmente tagliato fuori. Con Samir ai box, a sinistra ci sarà Nuytinck in difesa e Stryger Larsen in mediana (Sema non è ancora completamente recuperato). Out Jajalo. In attacco confermato il duo Lasagna-Okaka.

UDINESE (3-5-2) probabile formazione: Musso; De Maio, Ekong, Nuytinck; Opoku, Fofana, Mandragora, De Paul, Stryger Larsen; Okaka, Lasagna.

MILAN-SASSUOLO, domenica ore 15

Milan, Pioli conferma l’XI di Bologna

Non ci dovrebbero essere grosse sorprese in casa Milan in vista della sfida del Meazza di domenica. Rossoneri che vorrebbero festeggiare al meglio i propri 120 anni di storia. Pioli pare intenzionato a riproporre la stessa formazione iniziale vista a Bologna. Difesa oramai consolidata, così come l’attacco, dopo il ritorno a gol di Piatek apparso in netta ripresa sotto vari punti di vista. In mezzo ci sono Krunic e Paquetà che sperano in un ritorno da titolari ma bene che vada, solo uno dei due potrà strappare un posto.

MILAN (4-3-3) probabile formazione: Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Kessié, Bennacer, Bonaventura; Suso, Piatek, Calhanoglu

Sassuolo, De Zerbi pianifica la settimana

Milan, Brescia, Napoli. Un trittico non certo semplicissimo per il Sassuolo di De Zerbi che a metà settimana sarà impegnato nel recupero contro il Brescia. Possibile che il tecnico neroverde possa preservare qualcuno in vista del recupero. Ci sono Djuricic e Magnanelli diffidati. Marlon ha accusato un risentimento muscolare. In più i ricambi non mancano. Il sistema di gioco può variare da un 4-2-3-1 a un 4-3-3 visto che spesso De Zerbi opta per soluzioni ‘a specchio’. Traoré, Ferrari e Obiang potrebbero tutti avere una possibilità dal 1’. Ad oggi è più probabile un 4-2-3-1 con Caputo sorretto da Berardi, Djuricic e Boga.

SASSUOLO (4-2-3-1) probabile formazione: Pegolo; Toljan, Romagna, Marlon, Kyriakopoulos; Magnanelli, Locatelli; Berardi, Djuricic, Boga; Caputo.

ROMA-SPAL, domenica ore 18

Due assenze in difesa. Tornano Dzeko e Pau Lopez

A Milano, contro l’Inter, Pau Lopez aveva dato forfait mentre Dzeko era entrato a gara in corso. In vista di domenica, entrambi sono recuperati e ci saranno dall’inizio. Mancheranno invece sia Santon (infortunato) che Mancini (squalificato). Il ritorno in gruppo di Fazio è sicuramente un’altra buona notizia visto che anche Smalling è in forse. Cetin e Juan Jesus potrebbero essere entrambi titolari. Sulla trequarti sicuri di un posto Zaniolo e Pellegrini. Per la terza maglia c’è una lotta che potrebbe essere addirittura a 4 con Kluivert in leggero vantaggio.

ROMA (4-2-3-1) probabile formazione: Pau Lopez; Spinazzola, Cetin, Juan Jesus, Kolarov; Veretout, Diawara; Zaniolo, Pellegrini, Kluivert; Dzeko.

Spal, Kurtic squalificato. Esterni sempre in dubbio

Semplici a Roma potrebbe ripresentarsi con la difesa a 4 dato che Reca va verso il forfait mentre Strefezza e Sala non paiono ancora totalmente a posto. Ecco quindi Cionek a destra e Igor esterno basso di sinistra. In mezzo non ci sarà Kurtic, fermato dal giudice sportivo mentre in attacco Paloschi prova a spodestare Jankovic.

SPAL (3-5-2) probabile formazione: Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic; Igor, Murgia, Valdifiori, Missiroli, Valoti; Paloschi, Petagna.

FIORENTINA-INTER, domenica ore 20:45

Fiorentina, Ribery si opera. Ballottaggio in attacco

Finisce prima del previsto il 2019 di Ribery. Il francese non ha recuperato dall'infortunio e ha deciso, di comune accordo con la società, di operarsi. Tornerà a disposizione tra circa 3 mesi. Contro l'Inter ballottaggio in attacco tra Boateng e Vlahovic. Lirola favorito per la fascia destra con Ghezzal quale possibile alternativa. In difesa ci sarà Pezzella.

FIORENTINA (3-5-2) probabile formazione; Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Boateng.

Inter, due possibili rotazioni per Conte

Antonio Conte spera di poter recuperare Candreva in tempo per il posticipo di domenica sera ma servirà ancora qualche ora per capire meglio la situazione dell'esterno azzurro. Dato che dall'infermeria non arrivano novità positive, restano ancora tanti gli indisponibili. I possibili cambi rispetto al 'solito XI' riguardano difesa e corsie esterne. Bastoni se la gioca con Godin che resta però in vantaggio. A sinistra Lazaro può far rifiatare Biraghi.

INTER (3-5-2) probabile formazione: Handanovic; Godin; de Vrij, Skriniar; D’Ambrosio, Vecino, Brozovic, Borja Valero, Biraghi; Lautaro, Lukaku.

CAGLIARI-LAZIO, lunedì ore 20:45

Cagliari, Castro da verificare. Rog squalificato

Cambio forzato nel Cagliari di Maran. Oltre a Olsen, che ha ancora due giornate di squalifica da scontare, c’è da registrare lo stop di un turno per Rog. Da ridisegnare quindi parte del centrocampo. Oliva e Ionita sono le due opzioni più percorribili dato che Castro non è ancora pienamente recuperato. Per il resto nulla dovrebbe cambiare quanto a interpreti nel 4-3-1-2 dei rossoblù con Nainggolan alle spalle di Simeone e Joao Pedro.

CAGLIARI (4-3-2-1) probabile formazione: Rafael; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Ionita; Nainggolan, Joao Pedro; Simeone.

Lazio, Marusic prova a riprendersi la fascia destra

Dopo la super vittoria contro la Juventus, la Lazio vuol continuare il filotto positivo da record. La squadra anti-Cagliari potrebbe essere la stessa vista all’Olimpico contro i bianconeri di Sarri. C’è da segnalare il recupero di Marusic ma Lazzari resta ancora con ampio margine di vantaggio per un posto da titolare. In difesa l’unica insidia per Luiz Felipe è il recupero completo di Patric ma al momento le quotazioni dello spagnolo non sono in risalita.

LAZIO (3-5-2) probabile formazione: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

I più letti