Giancarlo Abete commissario della Lega di Serie A: sostituisce Cicala

Serie A

L'ex presidente della Figc Giancarlo Abete è stato nominato nuovo commissario ad acta della Lega calcio di Serie A dopo le dimissioni di mario Cicala. L'8 gennaio i presidenti di Serie A si riuniranno per trovare un nome condiviso per la presidenza: se non dovessero riuscirci Abete resterà in carica sino al 31 marzo

Giancarlo Abete è il nuovo commissario ad acta della Lega calcio di Serie A in sostituzione di Mario Cicala, dimessosi nella serata di martedì 17 dicembre. La decisione è arrivata durante una votazione del consiglio federale della Figc. Abete potrebbe restare in carica meno di un mese, se l'8 gennaio i presidenti di Serie A trovassero un nome condiviso per la presidenza di Lega, oppure fino al 31 marzo, aprendo in quel caso lo scenario di un commissario straordinario che riscriva lo statuto.

Le dimissioni di Cicala

Cicala era stato nominato il 2 dicembre scorso commissario ad acta della Lega di Serie A con il mandato di portarla a individuare il nuovo presidente, dopo le dimissioni di Gaetano Micciché. L'ex magistrato, però, è finito subito nell'occhio del ciclone a causa di un presunto conflitto d'interessi riconducibile al ruolo di supplente nel Consiglio di sorveglianza della Lazio di Claudio Lotito, di cui non aveva fatto menzione nel proprio curriculum. Cicala si era difeso, sostenendo che non c'era alcuna incompatibilità con la nuova carica ricoperta. Nella giornata di martedì 17 dicembre, però, il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, aveva spiegato come fosse "venuto a mancare un presupposto di fiducia" e aveva annunciato che, "nel Consiglio federale di domani (mercoledì 18 dicembre, ndr), ci sarebbe stato un confronto per ipotizzare nuove svolte sul commissario per la Lega di A". E la svolta alla fine è arrivata e porta il nome di Giancarlo Abete.

Gravina: "Abete persona di grande equilibrio"

"Giancarlo Abete è una persona di grande equilibrio e di esperienza che già conosce il nostro mondo perfettamente e così le dinamiche della Lega A. E' una figura equidistante che merita rispetto, dà una garanzia oltre ogni ragionevole dubbio e sospetto. Ho sentito Abete che si ritiene un traghettatore con incarico a tempo senza possibilità di rivendicare prospettive di ruoli futuri. L'auspicio è che la Lega A, nel più breve tempo possibile proceda ad individuare la sua nuova governance", ha detto il numero uno della Federcalcio  al termine del Consiglio Federale commentando la nomina di Giancarlo Abete commissario ad acta della Lega di Serie A.

 

La carriera di Abete

Imprenditore nel settore grafico ed ex deputato della Repubblica con la Democrazia Cristiana tra il '79 e il '92, Giancarlo Abete vanta una lunghissima carriera da dirigente di primo livello nel mondo dello sport e del calcio in particolare. Dal 1989 al 1990 è stato a capo del settore tecnico della FIGC e in seguito della Lega Professionisti Serie C, fino al 1997. Per due volte (dal 1996 al 2000 e dal 2001 al 2006) è stato vicepresidente della Federazione. Ha fatto parte, come capo delegazione, della vincente spedizione italiana ai Mondiali di Germania 2006. Il 14 gennaio 2013 viene rieletto presidente della FIGC e viene così riconfermato fino al 2017. Ancora vicepresidente UEFA, il 15 novembre 2016 viene eletto consigliere federale della FIGC in quota Lega Pro.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche