Thiago Motta: "Inter, bei ricordi. Ma voglio vincere a San Siro"

Serie A

Il tecnico rossoblù affronta il suo passato. E si aspetta subito una reazione dopo il derby perso contro la Samp: "Dobbiamo giocare la squadra, dimenticandoci del passato"

INTER-GENOA LIVE

Dopo il ko nel derby della Lanterna contro la Sampdoria, il Genoa chiude il 2019 in casa dell'Inter di Antonio Conte. Nella conferenza stampa della vigilia, l'allenatore rossoblù Thiago Motta carica il proprio gruppo: "Dobbiamo dimenticare quanto è accaduto fino ad ora. Anche le belle prestazioni, perchè alla fine non sono arrivate le vittorie. Domani dobbiamo giocare da squadra, attaccare e difendere tutti insieme, imporre il nostro gioco e vincere".

Thiago Motta invita i suoi giocatori anche ad andare oltre alla sfida persa sabato sera contro la Samp: "Quella è ormai passata. Ma mi aspetto subito una reazione dopo una sconfitta a mio modo di vedere arrivata in maniera immeritata".

"Conte? Grande allenatore, difficile affrontare le sue squadre"

A San Siro con la maglia dell'Inter Thiago Motta ha vissuto momenti importanti, specie nel 2010, anno del Triplete sotto la guida di José Mourinho: "Il mio passato nerazzurro? Ho sempre bei ricordi, ma ora penso solo a mettere in campo la miglior squadra possibile per poter fare una buona prestazione domani. Andremo a San Siro per vincere". 

L'allenatore brasiliano parla anche del suo collega nerazzurro: "Conte è un grandissimo allenatore, lo ha dimostrato: le sue squadre sono difficili da affrontare, lottano e cercano di creare molti pericoli nell’area avversaria perché si impegnano con tanti uomini per finalizzare l'azione. Ho grande rispetto per lui e domani spero sia una grande partita. Le incomprensioni? Tra giocatore e allenatore ci si parla, mai avuto problemi con lui, e credo neanche lui con me. Io sono sempre stato diretto, leale: è giusto dirsi le cose in faccia, per trovare soluzioni, ed è lo stesso rapporto che mi aspetto dai miei giocatori, per il bene di tutti".

Le assenze

Come l'Inter, anche nel Genoa sono diversi gli indisponibili: "Sento che l'Inter è in emergenza, ma allora lo siamo tutti viste le nostre assenze". Thiago Motta dovrà soprattuto fare i conti con un dubbio: chi schierare tra Favilli e Sturaro: "Entrambi stanno bene, ma oggi vedremo dopo l'ultimo allenamento chi sarà a disposizione per domani". 

L'allenatore rossoblù confida in una capacità mostrata dal suo gruppo: "In trasferta ci troviamo ancora meglio che in casa e magari con una buona prestazione possiamo cambiare i risultati, ne sarei molto felice. Siamo stati spesso vicini a vincere, dei dettagli non ci hanno permesso di farlo, ma la strada è giusta e speriamo di riuscire a farlo". Thiago Motta è convinto di potersela giocare alla pari con gli avversari: "A un giocatore del Genoa non vanno detto cose differenti rispetto a un giocatore dell’Inter. Non vedo la differenza. Un giocatore è un calciatore e deve avere la stessa voglia e la stessa ambizione di vincere la partita. Difendendo e attaccando tutti insieme, da squadra. E in questo non c'è differenza nel giocare al Genoa o all’Inter".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche