Juve, Sarri e il retroscena con Allegri: "Non credevano in noi come allenatori"

Serie A

L'allenatore bianconero durante la festa per i 100 anni di calcio del Figline: "Una volta, dopo un Aglianese-Sangiovannese, un amico mi disse 'Se siete allenatori tu e Allegri…'". E sul ko in Supercoppa spiega a Sky Sport: "Siamo arrivati alla partita contro la Lazio con poche energie"

Oggi sono due degli allenatori più apprezzati dell’intero panorama calcistico internazionale: uno, Maurizio Sarri, guida la Juventus, l’altro, Massimiliano Allegri è attualmente senza panchina proprio dopo la fine della sua avventura da allenatore dei bianconeri al termine della scorsa stagione. Un successo arrivato per entrambi dopo anni di gavetta nelle serie minori, con Maurizio Sarri che – in occasione della festa dei 100 anni di calcio del Figline – ha raccontato un curioso aneddoto riguardate proprio lui e Allegri: “Ricordo una volta Aglianese-Sangiovannese. L'allenatore dell'Aglianese era Allegri, quello della Sangiovannese ero io. Finì 0-0, nessun gol, nessun tiro in porta. A fine partita un amico ci disse: ‘Se siete due allenatori voi...’”. Un episodio (nel video in basso pubblicato su Twitter da Lorenzo Bettoni) che ha suscitato tante risate tra gli ospiti presenti in sala.

"Che emozioni in Sangiovannese-Montevarchi..."

Spero e credo che in me ci sia ancora qualcosa del Sarri del passato. Lo spirito è lo stesso, in campo sono sempre quel Sarri lì”, ha proseguito l’allenatore della Juventus. Che racconta un altro simpatico aneddoto: “Un mese fa mi hanno chiamato a Nyon per una riunione con i migliori allenatori al mondo e al segretario della Juve ho detto: ‘Ma hanno chiamato me? Sei sicuro? Lo spirito è sempre quello, uno crede che le emozioni derivino dalla mediaticità dell’evento, ma in realtà l’evento ce l’hai dentro. Le emozioni che ho provato a fare Sangiovannese-Montevarchi le ho provate poche volte da allenatore, neanche in finali internazionali”, ha concluso Maurizio Sarri.

"Juve con poche energie in Supercoppa"

Ai microfoni di Sky Sport l'allenatore bianconero si è poi concentrato sul ko in Supercoppa contro la Lazio: "Siamo arrivati con poche energie alla partita e l'abbiamo pagato - la sua analisi - la Lazio è in una condizione psico-fisica straordinaria in questo momento. Quando c'è entusiasmo e pensi positivo, tutti gli episodi ti sono favorevoli, il che vuol dire che non sono episodi. In questo momento è una squadra complicata da affrontare. Se dovesse continuare per mesi e mesi a questi livelli, è chiaro che è una squadra fortissima. Noi però dobbiamo pensare da Juventus e ricordarci che dipende solo da noi"

Maurizio Sarri nella serata di Figline Valdarno

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche