Juventus, Pjanic: "Nel calcio bisogna sempre metterci la faccia"

Serie A

Parla il centrocampista bosniaco: "Soprattutto nei momenti più complicati in una stagione, bisogna trasmettere messaggi importanti. Andare avanti alla stampa o postare delle cose dopo le partite, quando perdi non è la cosa più bella. Ma bisogna sempre metterci la faccia"

Miralem Pjanic è un elemento centrale della Juventus di Maurizio Sarri, ormai da tre anni e mezzo tra i calciatori fondamentali della squadra bianconera. Il bosniaco è ormai anche un leader, sia dentro che fuori dal campo: "Soprattutto nei momenti più complicati in una stagione, quando le cose non vanno come devono, devi trasmettere messaggi importanti, sia ai tifosi che ai tuoi compagni, per calmare la situazione – le sue parole al Globe Soccer a Dubai - Parlare con la stampa o postare qualcosa sui social dopo una sconfitta non è la cosa più bella e non è nemmeno facile. Ma dobbiamo metterci la faccia, siamo giudicati ogni tre giorni e nel calcio non si può sempre vincere. Quindi le parole sono molto importanti, devi saper parlare e comunicare con le persone sia quando perdi che quando vinci".

"Mio figlio? Condivido bei momenti con lui, è diventata una star"

Pjanic parla poi anche del figlio, diventato famoso sul web per i video che posta lo stesso calciatore bianconero: "La persona più bella che ho, che mi fa passare bei momenti anche fuori dal calcio, anche quando rientri e le cose vanno male c'è sempre lui che ti dà il sorriso. Poi è molto appassionato di quello che faccio e mi piace condividere quel che viviamo, non ho problemi. Ormai è diventata una grande star, lo riconoscono tutti ma non c'è nessun problema".  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche