Roma-Torino, tutto quello che c'è da sapere

Serie A
©Getty

I giallorossi di Fonseca avviano il 2020 ospitando il Torino di Mazzarri, ko nell'ultima uscita del 2019 contro la Spal. Nella Capitale bilancio favorevole alla Roma, con il Torino che ha mantenuto la porta inviolata solo in una delle ultime 29 trasferte. Si gioca domenica 5 gennaio alle 20:45

ROMA-TORINO LIVE

Quando e a che ora si gioca Roma-Torino?

La partita tra Roma e Torino è in programma domenica 5 gennaio alle ore 20:45 presso lo stadio Olimpico di Roma.

Dove è possibile guardare Roma-Torino?

Il match tra Roma e Torino verrà trasmesso in diretta su DAZN.

Quanti sono i precedenti fra le due squadre?

La Roma ha chiuso il suo 2019 con un poker sul campo della Fiorentina e trova nel Torino un avversario che per tradizione ha portato bene: quella granata è infatti la squadra contro cui i giallorossi hanno vinto di più in Serie A (40N, 45P). La Roma ha ottenuto 63 vittorie in 148 precedenti in Serie A contro i granata, a fronte di 40 pareggi e 45 successi del Toro, perdendo solo due delle ultime 32 partite di Serie A contro il Torino (21V, 9N): 0-1 nel maggio 2007 e 1-3 nel settembre 2016. Un dato ancora più netto nelle partite giocate nella Capitale, dove la Roma ha vinto le ultime nove gare interne, parziale in cui ha realizzato almeno due reti (27 reti totali, 3 di media a match). Il Torino ha invece mantenuto la porta involata solamente in una delle ultime 29 trasferte a Roma contro i giallorossi in Serie A: 1-0 nel maggio 2007, con Giovanni De Biasi in panchina. L'ultimo precedente è un 3-2 per la Roma del gennaio 2019, con reti di Zaniolo, Kolarov, Rincon, Ansaldi ed El Shaarawy.

Come arrivano alla partita Roma e Torino?

La Roma avvia il 2020 forte di una striscia vincente di quattro partite interne di fila in Serie A ed è a quota 35 punti. Nel mirino di Dzeko e soci cè quota 5 successi consecutivi in casa, come non avviene da dicembre 2017. Il Torino ha invece chiuso il 2019 con 21 punti in 17 partite. La squadra granata non partiva così male nella competizione dal 2014/15 (18 punti). Dopo quattro sconfitte esterne consecutive, il Torino è però rimasto imbattuto nelle ultime tre trasferte di campionato (2V, 1N). La Roma è inoltre la squadra contro cui Walter Mazzarri ha perso più partite da allenatore in Serie A: 12 sconfitte contro i giallorossi, a fronte di sei successi e quattro pareggi. Occhio ai primi 15 minuti di partita, dove in stagione nessuna squadra ha segnato più gol di Roma e Torino (tre a testa). Nello stesso parziale i giallorossi non hanno ancora subito alcuna rete. Importanti potranno essere i calci piazzati, modalità con cui la Roma ha già segnato 14 reti in stagione - nessuno come Zaniolo e compagni - e i cross: ben sei i centri arrivati in questa situazione di gioco per il Torino, secondo al Cagliari (8) nella speciale classifica. Curiosità: di fronte all'Olimpico ci saranno la squadra che ha perso più volte la prima gara dell’anno nuovo in Serie A (Roma a quota 29) e quella che invece ha ottenuto più pareggi all’esordio nell’anno solare (il Torino con 36).

Quali giocatori possono essere protagonisti?

Il pericolo numero uno per Mazzarri si chiama Edin Dzeko. Il bosniaco, primo marcatore della Roma nel decennio appena concluso con 69 reti, ha segnato due gol nelle sue ultime quattro sfide di campionato contro il Torino: nel febbraio 2017 e il decisivo 1-0 nella gara d’andata della scorsa Serie A. Fari puntati anche su Nicolò Zaniolo, che dal suo esordio in Serie A nella scorsa stagione è il giocatore più giovane ad aver segnato almeno sette reti e ha già colpito il Torino. In quota assist, fa la voce grossa Lorenzo Pellegrini, capace di servire già sei passaggi vincenti. Piede caldo in fascia: solo Messi (quattro) ha realizzato più gol su punizione diretta di Aleksandar Kolarov (tre) nella Top 5 dei campionati europei, mentre Andrea Belotti cerca un gol che contro la Roma gli manca da quattro partite. L'Olimpico porta bene a Simone Verdi, che non segna dallo scorso marzo contro la Roma (vestiva la maglia del Napoli) e Simone Zaza, la cui prima doppietta in Serie A è arrivata proprio sul campo della Roma, nel dicembre 2014, quando era un giocatore del Sassuolo. Tomas Rincon, in gol nella sua ultima presenza in campionato nel ko per 1-2 contro la Spal, ha invece realizzato la sua ultima marcatura esterna in Serie A nel gennaio 2019, proprio contro la Roma.

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche