Fiorentina-Spal, Iachini su Cutrone: "Chi sta meglio gioca. Chiesa sta lavorando bene"

Serie A
©Getty

L'allenatore pronto alla prima panchina casalinga alla guida della Fiorentina. Domenica arriva la Spal: "Cutrone da valutare, ma chi sta meglio gioca dall'inizio. Chiesa deve stare vicino alla porta. Anche di Dybala a Palermo mi dicevano dovesse giocare in fascia". Sull'avversario: "Solido e organizzato, affrontiamolo come se fosse la Juventus"

Ritrovare una vittoria che manca da otto partite in campionato, addirittura da tre mesi al Franchi: è la priorità della Fiorentina, che domenica ospita la Spal (ore 15, diretta su Sky Sport Serie A, anche in 4K HDR per i clienti Sky Q) nell'ultima giornata del girone di andata in una gara con punti salvezza importanti in palio per entrambe le squadre. Nella conferenza stampa prepartita, l'allenatore viola Beppe Iachini si è soffermato sull'ultimo arrivato in organico, Patrick Cutrone. "L'ho solo salutato ieri sul campo - le parole dell'allenatore - oggi valuterò le sue condizioni". Con una certezza sulle caratteristiche tecniche: "Sono uniche in rosa, lo abbiamo preso per quello. Lui è un attaccante di profondità, ha margini di crescita importanti e su questo lavoreremo per farlo migliorare". Il minutaggio garantito contro la formazione di Leonardo Semplici all'ex attaccante di Milan e Wolverhampton è un dubbio che resterà vivo fino al fischio d'inizio: "Io devo valutare anche chi sta meglio - le parole di Iachini - sia chi parte dall'inizio, sia chi subentra. Chi sta meglio gioca prima. Sul lungo raggio posso anche pensare a qualcosa di diverso, ma oggi devo pensare a fare cose normali. Quando usciremo da questa situazione potrò pensare a fare modifiche nella squadra". 

Dragowski accoglie Cutrone: "He loves the pizza, he loves the pasta"

Un'accoglienza speciale a Cutrone è stata riservata a Firenze da Bartlomiej Dragowski. Il portiere polacco dei viola è protagonista di un siparietto di pochi secondi diffuso dall'account Twitter della Fiorentina. Saluta il suo nuovo compagno di squadra intonando il coro che in Premier League gli avevano dedicato i tifosi del Wolverhampton sulle note del famoso brano anni ’80 La Bamba: "Patrick Cutrone, Patrick Cutrone, he loves the pizza, he loves the pasta". Una trovata ricambiata con il sorriso e un cinque da Cutrone, in attesa di meritare un coro personalizzato anche dal pubblico di Firenze.

"Mercato? A gennaio non è facile avere tutto ciò che si vuole"

L'allenatore si è soffermato sul capitolo mercato, dove la Fiorentina è al lavoro anche per un difensore e un centrocampista (Juan Jesus e Duncan i nomi più caldi): La società ha dato grandi disponibilità, sta lavorando sulle piccole difficoltà che ci possono essere nelle trattative che vengono fatte a gennaio e non in estate. In questa sessione di trattative non è mai facile avere tutte le cose che vorresti, chi ha i giocatori non li cede, lo sappiamo. In un'ottica di prospettiva, chiunque arriverà qui sarà perché l'allenatore ne ha parlato con la società, per sviluppare un progetto tattico ben preciso". Sulla qualità del materiale in rosa, nessun dubbio: "Nella Fiorentina ci sono giovani interessanti, ci possiamo migliorare con la tattica di squadra, ma i frutti si vedranno solamente nel tempo. Ora ci servono punti, salvarci e risalire la classifica. E ci sono ragazzi già più pronti per questo".

"Chiesa? Anche di Dybala dicevano dovesse giocare in fascia"

Il percorso di Iachini sulla panchina della Fiorentina è partito con un pareggio incassato all'ultimo minuto a Bologna. Partita nella quale Federico Chiesa, schierato al fianco di Vlahovic in attacco, ha avuto due buone occasioni: "Federico è stato fuori un po' di mesi, quindi devo avvicinarlo alla porta - il pensiero dell'allenatore sulla sua posizione in campo - rientra da un infortunio, ha perso un po' di tempo di lavoro, quindi devo accorciargli il campo. Con il passare del tempo potrebbe giocare anche sulla fascia. Anche di Dybala a Palermo però mi dicevano che doveva giocare a piedi invertiti sulla fascia, poi è andata come andata, in quel ruolo che gli ho dato, com'è cresciuto tatticamente e di testa". Idee chiare anche sulla possibilità di vedere Castrovilli avanzato sulla trequarti: "A lui chiedo di andare sulla trequarti, a Bologna in certi casi lo ha fatto, ma non siamo stati altrettanto bravi nella fase dell'ultimo passaggio. Stiamo lavorando anche nei movimenti offensivi, nei quali c'è anche Castrovilli. Mi auguro che con il tempo questo diventi sempre più automatico".

"Affrontiamo la Spal come se fosse la Juventus"

Iachini non ha nascosto il suo apprezzamento per la Spal: "L'ho detto ai ragazzi: va affrontata come se dovessimo affrontare la Juventus. Giocano con lo steso allenatore da anni, sono avanti coi lavori, per noi ci vorrà una grande prestazione di tattica individuale e collettiva. La Spal è andata a vincere a Torino, ha battuto la Lazio, contro squadre di un certo peso ha fatto spesso bene. Sul piano dell'attenzione è come se fosse una partita contro una squadra top". La ricetta per la partita del Franchi è già scritta: "Dobbiamo girare pagina ogni partita e tenere solo le cose buone. Voglio più personalità e meno timore in alcune situazioni della partita. Si può attraversare un brutto momento, ma tutto sta nel far girare la ruota a nostro favore. A me interessa che la squadra metta in campo organizzazione e linee di gioco migliori, e allo stesso tempo la personalità".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche