Probabili formazioni Serie A della 19^ giornata: ultime news dai campi

Serie A

Tutte le ultime news sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. Pioli lancia Ibra dall'inizio e prova il 4-4-2. Conte ha già le idee chiare, tante le soluzioni per l'Atalanta di Gasperini. Nella Juve non preoccupano le condizioni di Higuain mentre Fonseca deve fronteggiare le assenze. Correa rischia di non farcela, Gattuso lascia a casa Meret

INTER-ATALANTA LIVE

Ancora una tappa prima del giro di boa. Ultimo turno d’andata per la Serie A con la curiosità del doppio impegno in casa delle due romane. A proposito dei giallorossi: occhio alle varie assenze. Fonseca ha più di un problema da risolvere in vista della Juventus. Da copertina anche l’impegno della Lazio contro un Napoli a disperata caccia di punti e dell’Inter contro l’Atalanta. Insomma. È un weekend che si preannuncia spettacolare.

Manca poco all’invio delle varie formazioni, sia su Superscudetto che nelle varie leghe private e tutti i fantallenatori aspettano le ultime notizie dalla squadra di Sky Sport che è prontissima a ragguagliarci sui probabili XI delle 20 squadre di Serie A. Ecco quindi una panoramica generale sulle probabili formazioni, ricordando sempre a tutti che la pagina è in costante aggiornamento.

CAGLIARI-MILAN, sabato ore 15

Cagliari, dubbi difensivi per Maran

È un Cagliari quasi scontato da centrocampo in su. Il trio Nandez, Cigarini e Rog non dovrebbe essere intaccato (occhio solo a Ionita) mentre la coppia Nainggolan-Joao Pedro sarà a supporto di Gio Simeone. Più complicato il discorso difensivo con Pisacane che torna al centro della retroguardia con Klavan suo probabilissimo compagno di reparto. A destra Faragò potrebbe spuntarla viste le problematiche relative a Cacciatore e Mattiello. Aperto invece il ballottaggio sul lato opposto tra Pellegrini e Lykogiannis.

CAGLIARI (4-3-2-1) probabile formazione: Olsen; Faragò Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Ionita; Nainggolan, Joao Pedro; Simeone.

Milan, dentro Ibra e cambio di sistema

Dopo essere partito dalla panchina contro la Samp, Zlatan Ibrahimovic viaggia verso la titolarità nella trasferta di Cagliari. Piatek, uomo mercato in uscita, dovrebbe accomodarsi in panchina ma Pioli starebbe pensando anche ad altri cambi. A partire dal sistema di gioco. Provato infatti il 4-4-2 con coppia Ibra-Leao. Così facendo 'panchinato' anche Suso visto che a destra il favorito è Castillejo. In mediana Kessié si può riprendere una maglia da titolare.

MILAN (4-4-2) probabile formazione: Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Theo; Castillejo, Kessié, Bennacer, Calhanoglu; Ibrahimovic, Leao.

LAZIO-NAPOLI, sabato ore 18

Lazio, Inzaghi ritrova due pedine ma ne monitora altre due

Se in casa Lazio le buone notizie riguardano i rientri di Lucas Leiva e Luis Alberto (che hanno scontato il turno di stop per squalifica), dall’altra parte preoccupano le condizioni di Lulic e Correa con Inzaghi che potrebbe avere un buco a sinistra (out anche Jony e Lukaku). Chi però potrebbe non farcela è il ‘Tucu’ che sente ancora dolore al polpaccio e che va verso il forfait. In difesa ballottaggio Luiz Felipe/Patric mentre Caicedo dovrebbe affiancare di nuovo Immobile.

LAZIO (3-5-2) probabile formazione: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile.

Napoli, Meret non convocato. C'è Ospina

Koulibaly, Mertens, Maksimovic e Ghoulam. Ci sono i loro cognomi sulla lista degli indisponibili in vista della delicata sfida contro la Lazio. A livello di formazione Hysaj dovrebbe ancora occupare la corsia desta con Di Lorenzo al centro della difesa al fianco di Manolas. Tra centrocampo e attacco poco o nulla dovrebbe cambiare rispetto alla sconfitta casalinga contro l’Inter. Attenzione però al portiere. Ospina da 'riflessione' è diventato certezza. Meret non convocato. Niente ballottaggio in porta visto che ci sarà sicuramente il colombiano.

NAPOLI (4-3-3) probabile formazione: Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Zielinski, Allan, Fabian Ruiz; Callejon, Milik, Insigne.

 

INTER-ATALANTA, sabato ore 20:45

Inter, Conte rilancia Godin

Era stato il grande escluso nella sfida contro il Napoli. Sabato a San Siro, complice la squalifica di Milan Skriniar, Diego Godin riprenderà posto nel terzetto difensivo davanti a Samir Handanovic. Squalificato anche Barella con D’Ambrosio indisponibile. Per quel che riguarda l’attacco zero dubbi. I due amiconi Lautaro e Lukaku sono pronti a sfidare il miglior attacco del campionato. In mediana invece qualche dubbio c’è. Gagliardini infatti si gioca un posto sia con Sensi che con Vecino.

INTER (3-5-2) probabile formazione: Handanovic; Godin; de Vrij, Bastoni; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Sensi, Biraghi; Lautaro, Lukaku.

Atalanta, varie soluzioni là davanti

Contro il Parma si è rivisto finalmente in campo Duvan Zapata, per la gioia di un bel po’ di fantallenatori. Cosa farà Gasperini in vista dell’Inter? Le soluzioni non mancano. I due colombiani si giocano una maglia. Sia con Muriel che con Duvan Zapata a rischiare è Pasalic (a meno di un suo arretramento a centrocampo). Ipotesi sempre viva quella di Ilicic falso nove. Sulle corsie esterne c’è Castagne che potrebbe prevalere su Hateboer. Il duello tra i due è sempre aperto.

ATALANTA (3-4-1-2) probabile formazione: Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic; Ilicic, Gomez.

UDINESE-SASSUOLO, domenica ore 12:30

Udinese, Nestorovski-Lasagna sembra l’unico ballottaggio

I tre punti conquistati a Lecce potrebbero valere la conferma per quasi tutta la formazione titolare bianconera. Resta sempre il dubbio attaccante. Chi affiancherà Okaka? Al momento Nestorovski pare ancora in vantaggio ma Lasagna non parte battuto. Per il resto, centrocampo che va verso la conferma con Fofana, Mandragora e De Paul interni. In difesa tocca ancora a De Maio.

UDINESE (3-5-2) probabile formazione: Musso; De Maio, Ekong, Nuytinck; Larsen, Fofana, Mandragora, De Paul, Sema; Okaka, Nestorovski.

Sassuolo, Locatelli e Berardi fermati dal giudice sportivo

Due assenze certe in casa neroverde. Oltre agli infortunati Chiriches, Defrel e Marlon, ci sono da registrare le assenze di Locatelli e Berardi, con quest’ultimo squalificato per due giornate dopo il rosso rimediato negli spogliatoi a Genova. Obiang affiancherà Magnanelli e dato che Duncan non è al meglio difficilmente ci sarà ballottaggio nel duo davanti alla difesa (a meno che Bourabia non venga gettato nella mischia). Dietro a Caputo quasi scontata, in caso di 4-2-3-1, la presenza di Traoré, Djuricic e Boga.

SASSUOLO (4-2-3-1) probabile formazione: Consigli; Toljan, Romagna, Ferrari, Kyriakopoulos; Magnanelli, Obiang; Traoré, Djuricic, Boga; Caputo.

FIORENTINA-SPAL, domenica ore 15

Fiorentina, Benassi verso la conferma. ‘Boa’ dall’inizio?

Iachini non dovrebbe rivoluzionare l’XI titolare visto a Bologna. Il pareggio in extremis della squadra di Mihajlovic non modifica piani e assetti di squadra. Lirola quindi presidierà ancora la corsia di destra con Dalbert dalla parte opposta. In mezzo Badelj viaggia ancora verso un posto in panchina dato che Benassi dovrebbe essere confermato al fianco di Pulgar e Castrovilli. Davanti da non escludere a priori l’impiego di Boateng dal primo minuto. A slittare in panchina ci sarebbe Vlahovic.

FIORENTINA (3-5-2) probabile formazione; Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Benassi, Pulgar, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Vlahovic.

 

Spal, Semplici senza Tomovic. Reca verso il rientro

Il rosso rimediato settimana scorsa costringerà Tomovic a guardare dalla tribuna i propri compagni di squadra. Cionek è pronto ad arretrare in difesa. Il dubbio riguarda la corsia sinistra dove Reca può tornare ma l’ex Atalanta, reduce da uno stop, potrebbe non avere il giusto ritmo partita. Possibile che una seconda soluzione possa riguardare l’allargamento di Federico Di Francesco oppure l’opzione Igor con Felipe in difesa.

SPAL (3-5-2) probabile formazione: Berisha; Cionek, Vicari, Igor; Strefezza, Valoti, Missiroli, Kurtic, Reca; Di Francesco, Petagna.

SAMPDORIA-BRESCIA, domenica ore 15

Sampdoria, quattro indisponibili per Ranieri

Partita delicata quella di scena al ‘Ferraris’. La difesa blucerchiata sarà orfana degli squalificati Colley e Depaoli con quest’ultimo che è anche infortunato. Pare meno grave del previsto il problema che ha colpito Ramirez che dovrebbe recuperare in vista di domenica. Con Ferrari out (al pari di Barreto), la coppia difensiva titolare sarà composta da Murillo e Chabot. In attacco Gabbiadini affiancherà Fabio Quagliarella.

SAMPDORIA (4-4-2) probabile formazione: Audero; Bereszynski, Chabot, Regini, Murru; Thorsby, Vieira, Ekdal, Linetty; Gabbiadini, Quagliarella.

Brescia, Corini è senza perno di centrocampo

A Genova mancherà Sandro Tonali e nell’economia della manovra offensiva del Brescia questa è di sicuro una defezione molto pesante. Out per squalifica anche Chancellor. In difesa quindi toccherà a Mangraviti mentre Ndoj è in pole per sostituire Tonali anche se c’è un’altra soluzione: quella di schierare Viviani. Dietro al duo Balotelli-Torregrossa agirà Spalek.

BRESCIA (4-3-1-2) probabile formazione: Joronen; Sabelli, Chancellor, Mangraviti, Mateju; Bisoli, Ndoj, Romulo; Spalek; Torregrossa, Balotelli.

TORINO-BOLOGNA, domenica ore 15

Torino, rientra Bremer. Ancora out Ansaldi

Walter Mazzarri può tornare a contare sulla linea difensiva composta da Izzo, Nkoulou e Bremer ma la panchina di Djidji non è così scontata...anzi: Bremer, di rientro dalla squalifica, è in aperto ballottaggio con il compagno. Al momento è Djidji il favorito per una maglia da titolare. A destra ci sarà ancora De Silvestri. Sull’out opposto assente Ansaaldi, gioca Ola Aina che non dovrebbe temere più di tanto la concorrenza di Laxalt.

TORINO (3-4-2-1) probabile formazione: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Lukic, Rincon, Ola Aina; Berenguer, Verdi; Belotti.

Bologna, Medel fermo per almeno 3 settimane

Notizie 'alterne' dall'infermeria rossoblù. Blerim Dzemaili ha smaltito l’influenza mentre Krejci è tornato a lavorare sul campo. Ancora prematuro forse ipotizzarlo titolare a sinistra e quindi Denswil dovrebbe essere ancora titolare in quel ruolo. Di contro c'è da registrare lo stop di almeno tre settimane di Gary Medel. Problema al bicipite femorale e riposo forzato. Ballottaggio tra Dzemaili e Schouten per affiancare Poli. Attacco guidato da Palacio che avrà il ‘solito’ tridente alle proprie spalle.

BOLOGNA (4-2-3-1) probabile formazione: Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Bani, Denswil; Dzemaili, Poli; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio

VERONA-GENOA, domenica ore 18

Verona, riecco Amrabat. In attacco è ballottaggio

Maglia da titolare e subito gol. Nella scorsa gara, Giampaolo Pazzini è stato protagonista della vittoria esterna dei suoi a Ferrara e il ‘Pazzo’ spera in una conferma nell'XI di partenza ma Di Carmine parte leggermente in vantaggio (in attesa di capire l'eventuale disponibilità di Borini). In mediana rientra Amrabat con Pessina che avanza sulla trequarto. Verre e Zaccagni si giocano una maglia con il primo in vantaggio ma occhio anche al possibile rientro dall’inizio di Badu

VERONA (3-4-2-1) probabile formazione: Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Verre, Pessina; Di Carmine.

Genoa, Destro si candida

Nella sua prima in maglia Genoa, Matia Destro era rimasto in panchina per tutta la gara. Sanabria titolare e Favilli subentrato. L’altro nuovo acquisto Behrami aveva dato il cambio a Jagiello. La punta e il centrocampista potrebbero però conquistarsi una chance da titolari. Nicola, all’indomani dell’esordio con vittoria, non dovrebbe modificare di molto il suo Genoa ma non è scontato che tutti conservino il posto.

GENOA (3-5-2) probabile formazione: Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Ankersen, Sturaro, Radovanovic, Behrami, Pajac; Pandev, Sanabria.

ROMA-JUVENTUS, domenica ore 20:45

Roma, cinque infortunati e un influenzato

Nel 4-2-3-1 di Fonseca a destra dovrebbe toccare ancora ad Alessandro Florenzi. Spinazzola infatti è ancora alle prese con una sindrome influenzale e potrebbe saltare la sfida dell’Olimpico. Ai box anche Kluivert, Pastore, Santon, Cristante e Mkhitaryan con quest’ultimo che rimarrà fermo per almeno 3 settimane. Mancini-Smalling sarà la coppia di centrali. Nel tridente alle spalle di Dzeko ci saranno Zaniolo, Pellegrini e Perotti.

ROMA (4-2-3-1) probabile formazione: Pau Lopez; Florenzi, Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Diawara; Zaniolo, Pellegrini, Perotti; Dzeko.

Juventus, Sarri conferma l’XI titolare visto contro il Cagliari?

In casa Juventus ci sono un paio di giocatori sotto osservazione. Il primo è Gonzalo Higuain che contro il Cagliari era già partito dalla panchina salvo poi entrare e ‘timbrare’ il cartellino. L’argentino è alle prese con un piccolo affaticamento e ma la sua situazione non pare preoccupare più di tanto. Al momento, in attacco, favorita la coppia CR7-Dybala con Ramsey alle loro spalle. Il secondo giocatore monitorato è de Ligt. Il problema accusato dal giovane olandese non è ancora totalmente smaltito. Demiral resta in preallarme e ad oggi il favorito per affiancare Bonucci.

JUVENTUS (4-3-1-2) probabile formazione: Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Demiral, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic, Matuidi; Ramsey; Dybala, Ronaldo.

PARMA-LECCE, lunedì ore 20:45

Parma, D’Aversa monitora ogni reparto

Un problema in difesa, uno squalificato a centrocampo e un possibile recupero in attacco. Roberto D’Aversa non ha ancora ovviamente scelto l’XI anti Lecce. E’ forse ancora troppo presto per avere notizie certe e rassicuranti. Bruno Alves non è al meglio e si scalda Dermaku ma il portoghese conta di essere a posto per lunedì sera. In mediana mancherà lo squalificato Barillà. Scozzarella si candida per prendere il suo posto. Da verificare infine il possibile (ma non certo facile) recupero di Gervinho in attacco.

PARMA (4-3-3) probabile formazione: Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Scozzarella, Grassi; Kucka, Inglese, Kulusevski.

Lecce, Donati verso la conferma. Falco insidiato da Farias

Un dubbio per reparto. Così potremmo fotografare la situazione in casa Lecce di Fabio Liverani. Per quel che riguarda la difesa, Donati potrebbe ancora spuntarla su Rispoli e Meccariello. A sinistra torna dopo la squalifica Calderoni. In mediana è duello Tabanelli-Majer mentre in attacco pare sicuro solo Babacar. Per l’altra maglia è ballottaggio aperto tra Falco e Farias.

LECCE (4-3-1-2) probabile formazione: Gabriel; Donati, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis, Tabanelli; Mancosu; Babacar, Falco.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche