Fiorentina-Atalanta, Iachini: "Sfogo Commisso? Non temo ripercussioni"

Serie A
©LaPresse

L'allenatore della Fiorentina parla alla vigilia della sfida contro l'Atalanta tornando sulle polemiche contro il Var, sulle parole di Commisso dopo la sfida contro la Juve e sugli insulti dei tifosi viola che avevano accolto Gasperini nel recente incontro di Coppa Italia: "Solo ironia, anche io vengo spesso insultato. Il Var deve essere usato, altrimenti che senso ha?"

FIORENTINA-ATALANTA LIVE

Lo sfogo di Commisso dopo la partita contro la Juve, le polemiche sul Var, i cori a Gasperini in Coppa Italia e le condizioni di Castrovilli. Conferenza piena di argomenti caldi e di risposte non banali quella di Iachini alla vigilia della sfida contro l’Atalanta, nella quale la Fiorentina vuole cancellare il ricordo dell’Allianz Stadium e durante la quale sotto la lente di ingrandimento ci sarà anche l’operato dell’arbitro Mariani di Aprilia: "Se temo ripercussioni dopo lo sfogo di Commisso per l'arbitraggio con la Juve? No, non sono preoccupato”, ha cominciato l’allenatore della Viola. “Penso che bisogna smorzare adesso gli animi, lo sfogo del presidente è stato generato dall'impressione per episodi che non sono stati valutati allo stesso modo e sono stati penalizzanti per la nostra squadra, adesso rientriamo nei binari giusti. Come noi allenatori analizziamo gli errori delle nostre squadre per migliorare, altrettanto farà Rizzoli con la squadra di arbitri" ha continuato, commentando poi le riflessioni dell'allenatore della Roma Fonseca proprio sulle questioni arbitrali e la mancanza di uniformità: "E' vero che al di là degli episodi eclatanti come un rigore dato o no, possono essercene altri più piccoli, come un'ammonizione o un fallo fischiato, che possono in qualche modo indirizzare una partita. Io voglio continuare a pensare positivo e che certi errori vengono fatti in buona fede, perché solo così si può aiutare il calcio. Abbiamo un designatore molto preparato e io devo essere ottimista. L'errore può starci e dalla Var mi aspetto chiarezza. Purtroppo - ha concluso Iachini - se al primo anno la tecnologia era servita a spegnere ogni polemica e a valutare ogni episodio, adesso mi pare che sia tornata la discrezionalità da parte degli arbitri. E allora dico che non bisogna tornare indietro, in antitesi con i principi della Var. Se ci sono delle regole, vanno rispettate ed applicate per tutti".

I fischi a Gasperini e le condizioni di Castrovilli

Al Franchi arriverà l’Atalanta di Gasperini, che durante la sfida di Coppa Italia del 15 gennaio scorso (vinta 2-1 dai Viola) era stato ripetutamente insultato dai sostenitori della Fiorentina. “I tifosi fiorentini sono dotati di ironia, gli sfottò ci sono sempre stati e ci saranno sempre, ma cerchiamo di non andare oltre. Anche a me è successo contro il Genoa di essere insultato, ma sono andato avanti e ho lasciato che tutto rimanesse dentro il campo. L'Atalanta è una squadra forte, che gioca a memoria con grandi giocatori, vero che l'abbiamo battuta in Coppa Italia ma questo è ormai passato: domani servirà una partita più che perfetta". E, magari, anche un Castrovilli in più: “L’importante è che non sia successo nulla di grave. Naturalmente vederlo uscire dal campo in quel modo un po’ di preoccupazione la lascia (durante la partita contro il Genoa aveva lasciato il campo per un malore e aveva poi saltato la sfida alla Juventus, ndr), ma il nostro staff medico l’ha seguito benissimo e ha recuperato. Tra oggi e domani riparlerò con il nostro staff, ma se non ci saranno complicazioni sarà della partita".

SERIE A: SCELTI PER TE