Probabili formazioni Serie A della 23^ giornata: ultime news dai campi

Serie A

Tutte le ultime notizie direttamente dagli inviati di Sky Sport. Conte vara un 3-5-1-1 con Eriksen sottopunta. In casa Milan risolti i ballottaggi: sarà 4-4-1-1. Napoli con Koulibaly e Politano dall'inizio. Parma con importanti recuperi. Lazio con due pesanti assenze e con Inzaghi che cambia gli esterni

NAPOLI-LECCE LIVE

SERIE A, LA DIRETTA GOL

Ecco la situazione delle squadre che devono ancora scendere in campo nella 23ma giornata.

Ricordate di tenere sempre d'occhio anche i nostri 'CAMPETTI' per vedere disposizione in campo, infortunati e squalificati.

SPAL-SASSUOLO, domenica ore 12:30

Spal, appena arrivato e già ai box. Sfortuna Cerri

Pochi dubbi per l’attacco che mister Semplici schiererà contro il Sassuolo. Petagna rientra dalla squalifica mentre Cerri non ci sarà causa infortunio. Con Floccari usato eventualmente a gara in corso, resta solo Di Francesco, senza ulteriori ballottaggi. Spal che recupera anche Valoti ma in mediana Castro va verso la conferma dato che contro la Lazio non aveva sfigurato. In difesa c’è in dubbio Cionek. Fasce presidiate nuovamente da Strefezza e Reca.

SPAL (3-5-2) probabile formazione: Berisha; Tomovic, Vicari, Bonifazi; Strefezza, Dabo, Missiroli, Castro, Reca; Di Francesco, Petagna.

Sassuolo, da verificare Djuricic

La bella vittoria contro la Roma ci ha detto che il Sassuolo è tornato ad essere una macchina da gol. Con quei numeri, quei 4 là davanti difficilmente usciranno dall’XI iniziale. Djuricic ha accusato un piccolo problema ma De Zerbi conta di averlo in campo domenica. Al momento resta in pole Traoré. Due dubbi in uno: rientra Peluso dalla squalifica e potrebbe giocare sia da centrale che da terzino destro. Kyriakopoulos e uno tra Ferrari e Romagna sono avvisati.

SASSUOLO (4-2-3-1) probabile formazione: Consigli; Toljan, Romagna, Ferrari, Kyriakopoulos; Obiang, Locatelli; Berardi, Traorè, Boga; Caputo.

BRESCIA-UDINESE, domenica ore 15

Brescia, Lopez cambia subito?

Archiviato il Corini-bis, il Brescia riparte dal 3° allenatore diverso in questa stagione. Lopez ha quasi sempre giocato con il 3-5-2 e c'è chi crede che possa subito optare per questa soluzione. In realtà è un Brescia che va verso un nuovo sistema ma ancora con la difesa a 4. Le novità potrebbero essere tante visto che nei vari allenamenti sono state provate molte soluzioni. L'ultima in ordine di tempo (e quella più frequentemente testata) è un 4-3-1-2 con Spalek sulla trequarti al posto di Romulo. Davanti c'è Torregrossa squalificato. Favorito il tandem Balotelli-Ayé

BRESCIA (4-3-1-2) probabile formazione: Joronen; Sabelli, Chancellor, Cistana, Martella; Bisoli, Tonali, Dessena; Spalek; Balotelli, Ayé

Udinese, monitorato Nuytinck

A parte Samir, infortunato da oramai tanto tempo, l’unica situazione problematica in casa Udinese riguarda Nuytinck. Il difensore è stato precauzionalmente tenuto a riposo nei primi giorni della settimana causa affaticamento. Non pare essere nulla di grave ma la situazione è costantemente monitorata. Ekong invece pare aver superato i fastidi fisici. Formazione tipo per Gotti con Okaka e Lasagna in attacco e Mandragora in regia. Lavoro in palestra per Prodl (arrivato da pochissimo) mentre difficilmente Zeegelaar, che torna a Udine, potrà per ora impensierire Sema.

UDINESE (3-5-2) probabile formazione: Musso; Becao, Ekong, Nuytinck; Larsen, Fofana, Mandragora, De Paul, Sema; Okaka, Lasagna.

GENOA-CAGLIARI, domenica ore 15

Genoa, quasi tutto deciso per Nicola

Prendere 10 gialli in 21 giornate non è certamente un record ma Romero è arrivato al suo secondo stop stagionale per somma di ammonizioni. Il difensore rossoblù non ci sarà col Cagliari causa squalifica. Stessa punizione anche per Behrami. A centrocampo pare che ci sia quindi sono un ballottaggio: quello che vede Erikssen in vantaggio su Cassata. Sulle corsie esterne, Ankersen e Barreca provano a scalzare Ghiglione e Criscito. Dietro ballottaggio tra l'ultimo arrivato Soumaoro e Zapata con il secondo che non pare così in vantaggio mentre in attacco un sicuro del posto pare essere Sanabria.

GENOA (3-5-2) probabile formazione: Perin; Biraschi, Soumaoro, Masiello; Ghiglione, Sturaro, Schone, Erikssen, Criscito; Pinamonti, Sanabria.

Cagliari, in mezzo mancheranno Rog e CIgarini

Ai box restano Pavoletti e Rog dato che Maran ha potuto riaccogliere sul campo Ceppitelli. Il difensore centrale però è alle prese con la pubalgia che sappiamo essere un problema che non ha una data certa di scadenza. Contro il Genoa però mancherà anche Cigarini che è squalificato. In mezzo toccherà a Oliva con Nandez e Ionita ai suoi lati. In difesa ballottaggio Cacciatore-Faragò mentre in avanti ancora una volta ci sono zero dubbi.

CAGLIARI (4-3-2-1) probabile formazione: Cragno; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez, Oliva, Ionita; Nainggolan, Joao Pedro; Simeone.

NAPOLI-LECCE, domenica ore 15

Napoli, Gattuso ritrova KK e lancia Politano dall'inizio

Altro giro e altra abbondanza per Gennaro Gattuso soprattutto tra centrocampo e attacco. Partiamo però dalla difesa con Manolas che è tornato a Castel Volturno dopo il viaggio in Grecia per la nascita della terza figlia. Buone nuove anche da Maksimovic e Koulibaly. Su quest’ultimo: Gattuso ha deciso di schierarlo dal 1'. In mediana mancherà Elmas. In cabina di regia confermatissimo Demme. Contro il Lecce, Gattuso potrebbe ruotare in attacco. Il nome nuovo è quello di Politano che dovrebbe avere una chance dal primo minuto.

NAPOLI (4-3-3) probabile formazione: Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Demme, Zielinski; Politano, Milik, Insigne.

Lecce, conferme per i nuovi

Liverani ha iniziato la settimana con Babacar e Majer bloccati dall’influenza ma per l’attaccante c’è anche un problema a bicipite femorale che potrebbe costringerlo a saltare la sfida del ‘San Paolo’. Il 4-0 contro il Torino porta con sé parecchie conferme a cominciare da Barak. Anche Saponara spera di mantenere il posto. Gabriel non pare essere guarito del tutto quindi, salvo sorprese, toccherà ancora a Vigorito.

LECCE (4-3-1-2) probabile formazione: Vigorito; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Donati; Deiola, Petriccione, Barak; Saponara; Lapadula, Falco.

PARMA-LAZIO, domenica ore 18

Parma, Cornelius, Kulusevski e Gagliolo tornano in gruppo

Stagione fin qui brillante da parte del Parma ma D’Aversa ogni settimana deve fare i salti mortali per mettere giù la formazione. Settimana "vivace" per l'infermeria, ma trapela ottimismo. Il report del sito ufficiale del Parma annuncia che Cornelius, Gagliolo, Kulusevski e  Scozzarella hanno lavorato con i compagni nella seduta del venerdì. Terapie per Andrea Adorante, Roberto Inglese e Luigi Sepe. Passando alle probabili scelte di D'Aversa, a centrocampo Brugman va verso la conferma mentre in attacco salgono le quotazioni di Caprari dal 1'.

PARMA (4-3-3) probabile formazione: Radu; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman, Barillà; Caprari, Kucka, Kurtic.

Lazio, Inzaghi cambia le fasce

l giallo rimediato dal 29’ di Lazio-Verona costa un turno di stop a Sergej Milinkovic-Savic. Il centrocampista salterà quindi la sfida di Parma al pari di Radu. Correa e Cataldi migliorano e dovrebbero andare in panchina. In difesa ci sarà Luiz Felipe al posto di Radu mentre Parolo agirà da interno di centrocampo. Sulle corsie esterne ci dovrebbero essere Marusic da una parte e Jony dall'altra per una linea a 5 davvero inusuale. In attacco Caicedo supporterà Immobile

LAZIO (3-5-2) probabile formazione: Strakosha; Patric, Luiz Felipe, Acerbi; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Luis Alberto, Jony; Caicedo, Immobile.

INTER-MILAN, domenica ore 20:45

Inter, Handanovic: decisione presa

Da Appiano Gentile giungono nuove, importanti novità sulla formazione che Conte ha intenzione di schierare nel derby. Pariamo da Handanovic. E' praticamente certo che non sarà della sfida come titolare. In porta ci sarà Padelli ma lo staff nerazzurro deve solo decidere se Samir andrà in panchina o meno. Per quel che riguarda l'attacco niente Sanchez al fianco di Lukaku dato che Conte pare intenzionato a rinunciare alle due punte. L'XI del derby potrebbe prevedere un 3-5-1-1 con D'Ambrosio favorito in difesa, Vecino in mediana ed Eriksen trequartista alle spalle del solo Lukaku.  

INTER (3-5-1-1) probabile formazione; Padelli; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic, Vecino, Young; Eriksen; Lukaku.

Milan, ballottaggi risolti

A Milanello nulla porta a pensare che Ibrahimoic possa non essere della partita. Lo svedese è tornato in gruppo e non è in dubbio per il derby. In mediana torna Bennacer. Centrocampo però che non potrà contare sull'eventuale ingresso di Krunic. Pioli dovrà rinunciare a lui a causa di una frattura da stress al piede. Il tecnico rossonero vara un 4-4-1-1 che può diventare un 4-5-1 così come un 4-3-3. I vari ballottaggi sono stati risolti: in difesa dentro Conti e Kjaer. Esterno sinistro Rebic mentre Calhanoglu supporterà Ibra, unica punta.

MILAN (4-4-1-1) probabile formazione: Donnarumma; Conti, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Castillejo, Kessié, Bennacer, Rebic; Calhanoglu; Ibrahimovic.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche