Brescia, Balotelli: "Per me non dovrebbe vincere né retrocedere nessuno"

coronavirus

L'attaccante del Brescia è intervenuto durante una diretta Instagram di un influencer parlando dell'emergenza coronavius e dando un consiglio dei suoi: "Se uscite di casa... vi prendo a schiafi". Poi una riflessione sul campionato e una battuta, forse infelice: "Non so se riprenderà, non credo si giochi già dal 3 aprile. Per me non dovrebbe vincere né retrocedere nessuno, si riparta con una Serie A a 22 squadre. Lazio seconda? Bisognava far recuperare la Juve prima di fermare tutto". Qualche ora dopo è arrivata la presa di distanza della società del Brescia sulle ultime affermazioni

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Il campionato di Serie A è stato sospeso, gran parte delle squadre sono ferme e alcune sono in quarantena per i primi casi di coronavirus accertati. Anche i calciatori, dunque, sono chiusi in casa in attesa di riprendere e di capire come proseguirà la stagione. Mario Balotelli, sempre attivo sui social, ha trascorso del tempo intervenendo in una diretta del suo amico influencer Damiano 'Er Faina', parlando anche del campionato di Serie A. "Non so se proseguirà, penso proprio di no – le parole dell'attaccante del Brescia – La data di ripresa è approssimativa, ma non credo si ricominci il 3 aprile. Per me non dovrebbe vincere né retrocedere nessuno e l'anno prossimo bisognerebbe fare un campionato a 22 squadre, facendo salire le prime due della Serie B".

Balotelli e la battuta sulla Juve

Continuando a parlare con l'influencer il discorso cade poi sull'eventuale modialità di assegnazione dello scudetto in caso di campionato accorciato. Balotelli dice come al solito la sua, non senza lasciarsi andare a una battuta venuta male: "Finalissima Juve-Lazio? Si può fare, così come si potrebbero fare tante cose, ma non le faranno. La Lazio è seconda perché bisognava far recuperare la Juve, prima di fermare tutto. Credo vadano sospese anche Champions League ed Europa League e spostare l'Europeo al 2021 non sarebbe una brutta idea".

 

Qualche ora dopo le parole di Balotelli, attraverso una nota apparsa sui propri canali ufficiali, il Brescia ha fatto sapere di voler prendere le distanze dalla frase sulla Juve: "La società Brescia Calcio intende prendere ufficialmente le distanze da quanto dichiarato dal suo tesserato Mario Balotelli, relative a ipotetici favoreggiamenti nel Campionato di Serie A. Nello specifico, Mario Balotelli per mezzo di una diretta Instagram ripresa su Youtube, ha rilasciato oggi dichiarazioni che alludono a “favori” nei confronti di una squadra (la Juventus) in corsa per la conquista del Campionato.  Brescia Calcio tiene a sottolineare che tali insinuazioni sono strettamente personali e che non sono in nessun modo riconducibili alla Società stessa."

L'appello di Balotelli: "Se non restate a casa..."

"Restate a casa, restate a casa, restate a casa". E' questo l'appello unanime da tutto il mondo dello sport e non solo attraverso i canali social. E anche Balotelli, molto sensibile all'argomento e già decisamente polemico contro le istituzioni del calcio prima del rinvio ufficiale del campionato di Serie A, ha voluto ripeterlo, come sempre a modo suo: "Restate a casa... altrimenti esco io per prendervi a schiaffi"

 

SERIE A: SCELTI PER TE