Juve, Sarri dona 4 mila mascherine contro il coronavirus alla "sua" Figline

Serie A
©LaPresse

La famiglia dell'allenatore della Juventus Maurizio Sarri e alcuni amici hanno donato 4mila mascherine al Comune di Figline e Incisa Valdarno, la cittadina dove il tecnico toscano è cresciuto, per sostenere la loro comunità durante l'emergenza sanitaria per il coronavirus

CORONAVIRUS: AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Anche Maurizio Sarri ha voluto dare il suo contributo per fronteggiare l'emergenza sanitaria provocata dal Coronavirus e l'allenatore della Juventus ha pensato ai luoghi dov'è cresciuto, donando - insieme alla moglie Marina, al figlio Nicolè e ad alcuni amici - 4mila mascherine al Comune di Figline e Incisa Valdarno, in Toscana. La notizia arriva direttamente dall'amministrazione comunale della cittadina in provincia di Firenze: "Una parte è già stata consegnata e distribuita ai volontari di Protezione civile - si legge nel comunicato - ai dipendenti comunali, delle farmacie e degli uffici postali e a tutti coloro che continuano a lavorare in emergenza, per assicurare servizi essenziali alla cittadinanza. Lo stesso criterio di distribuzione sarà adottato nei prossimi giorni, in occasione della seconda tranche di consegna". Infine il messaggio della sindaca Giulia Mugnai: "Si tratta dell'ennesimo gesto di solidarietà, di vicinanza e di affetto che ci arriva in questi giorni particolarmente difficili - ha commentato -, ma che dimostra che uniti e rispettando le regole riusciremo a superare questo momento. Ringrazio, quindi la famiglia Sarri e i loro amici per questo gesto di grande sensibilità". 

SERIE A: SCELTI PER TE