Ibrahimovic si allena con l’Hammarby, il racconto di un compagno di squadra

hammarby
Gianluigi Bagnulo

Gianluigi Bagnulo

Le parole di Muamer Tankovic attaccante dell'Hammarby e della nazionale svedese, che racconta a Sky Sport l'allenamento con Zlatan Ibrahimovic: giovedì 9 aprile il centravanti del Milan è sceso in campo con il club di Stoccolma, di cui detiene il 25% delle quote

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI DELL'11 APRILE

Arsta. Si chiama così il centro sportivo dell'Hammarby, antica squadra svedese che nella sua storia però è riuscita a vincere un solo campionato, nel 2001. Contesto umile, quello che stende un tappeto rosso in un giovedì mattina qualsiasi a Zlatan Ibrahimovic. Ibra la sua quarantena ha scelto di passarla a Stoccolma, a casa sua. Ma gli mancava il campo. 

 

L'Hammarby è il "suo" club, in tutti i sensi. Detiene il 25% delle quote societarie, un investimento annunciato a Novembre tra lo stupore generale, quando molti pensarono che quella sarebbe stata la sua prossima squadra sì, ma da giocatore, mentre di lì a poco Zlatan avrebbe firmato per il Milan, dimostrando di poter essere ancora decisivo nel calcio che conta. 

 

In Svezia attualmente il lockdown è parziale, i club possono allenarsi, chiaramente con regole ferree all'interno dei rispettivi centri sportivi. Ibrahimovic ha colto l'occasione, ne ha approfittato per tornare a toccare quel pallone che tanto gli mancava, l'ha fatto in un ruolo inedito, quello di president-player. Siamo abituati al player-manager, al giocatore-allenatore, ma il presidente-giocatore forse ancora non si era mai visto. 

 

Com'è stato l'allenamento di Ibra? Cosa pensa in questo momento lo svedese? Ha svelato qualcosa sul suo futuro?

 

Sono tutte domande che abbiamo rivolto a Muamer Tankovic, nazionale svedese e attaccante dell'Hammarby, che per un giorno speciale si è ritrovato ad essere il partner d'attacco di Zlatan. I due si conoscono bene, nel 2017 Ibra definì Tankovic "il miglior giocatore del campionato svedese". Quest'anno avrebbero potuto affrontarsi in Serie A, ma tre mesi fa il passaggio di Tankovic al Genoa saltò a visite mediche già fatte. Oggi questo ragazzo di origine bosniaca ci ha svelato i retroscena della speciale giornata d'allenamento con Ibrahimovic all'Hammarby...

 

Muamer, che giornata è stata? Immagino speciale... 

 

"È stato bellissimo per il club ed è stato bello per i giocatori vedere Zlatan in azione dal vivo, vedere che la gente lo percepisce come un modello da seguire. Abbiamo fatto un allenamento chiuso come accade sempre in questo periodo difficile. Nessun familiare, nessun amico, nessuno può entrare nel centro sportivo a vedere l’allenamento. Ci siamo visti direttamente al campo, ci siamo allenati e poi ognuno è tornato a casa sua. Non si passa neanche per gli spogliatoi".

 

Com’è allenarsi con uno che è anche una sorta di presidente del club?

 

"Zlatan vuole vincere sempre, a prescindere da dove e con chi si allena e anche se è il proprietario del club. Il suo atteggiamento è di esempio per tutti, per i giovani ma anche agli altri. Ha la mentalità vincente di uno che non vuole perdere mai e dà sempre il 100% Non abbiamo parlato di quando tornerà a Milano, non si può sapere con il coronavirus, per ora starà in casa a Stoccolma e poi si vedrà".

 

Avete anche scherzato sul suo futuro o no?

 

"Solo Zlatan sa dove sarà in futuro: puoi chiederglielo quante volte vuoi, ma non darà mai una risposta. Ovviamente tutti vogliamo sapere che farà Zlatan l’anno prossimo, ma solo lui sa quello che vuole fare".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche