Fiorentina, Ribery è tornato a Firenze: ora test sierologico e tampone

Serie A

Il francese, unico giocatore viola all'estero durante questo periodo di emergenza sanitaria legata al Coronavirus, ha fatto rientro a Firenze: mascherina obbligatoria in viso all'arrivo, adesso verrà sottoposto al test sierologico e tampone

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Anche Franck Ribery è pronto a tornare ad allenarsi individualmente come da oggi hanno iniziato a fare i suoi compagni di squadra. Il talento francese, unico giocatore della Fiorentina a essere stato all'estero in questo periodo di emergenza sanitaria (partì a inizio marzo, qualche giorno prima che scattasse la 'zona rossa' in Italia), è arrivato a Firenze con un aereo privato proveniente da Monaco di Baviera: ad attenderlo all’aeroporto di Peretola c’era il team manager viola Alberto Marangon. All’arrivo in Italia Ribery, che ha trascorso il lockdown in Germania insieme alla famiglia, si è sottoposto alla misurazione della febbre indossando la mascherina obbligatoria: il francese è atteso adesso dal test sierologico e dal tampone già effettuati mercoledì dai propri compagni di squadra. "Franck is back!", si legge nel profilo Twitter in lingua inglese della Fiorentina che ha pubblicato due foto del calciatore. La squadra viola, nonostante i sei nuovi casi di positività al Covid-19 (3 atleti e 3 componenti dello staff tecnico-sanitario), ha riaperto oggi le porte del centro sportivo per permettere ai calciatori di svolgere gli allenamenti individuali facoltativi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche