Milan, Maldini attacca Rangnick: "Invade i ruoli, prima dell'italiano impari il rispetto"

milan

Il direttore tecnico del Milan parla all'Ansa e attacca il manager tedesco: "Mai parlato con lui, non capisco su cosa si basino le sue dichiarazioni. Invade zone nelle quali già lavorano professionisti con regolare contratto"

CORONAVIRUS, LE NEWS IN DIRETTA

Paolo Maldini considera una “invasione” di campo le richieste di “pieni poteri gestionali” di Ralf Rangnick per accettare un ruolo nel Milan e lo invita a ripassare “il concetto del rispetto” per chi sta cercando di ultimare la stagione “in modo professionale anteponendo il bene del club all’orgoglio”. “Non avendo mai parlato con Rangnick – dichiara il direttore tecnico rossonero all’ANSA - non capisco su quali basi vertano le sue dichiarazioni, anche perché dalla proprietà non mi è mai stato detto nulla”.  Le voci sull’arrivo al Milan del manager tedesco infastidiscono Maldini. “Alcune considerazioni – aggiunge - secondo me però vanno fatte, l'allenatore tedesco infatti, parlando di un ruolo con pieni poteri gestionali sia dell’area sportiva che di quella tecnica, invade delle zone nelle quali lavorano dei professionisti con regolare contratto. Avrei dunque un consiglio per lui, prima di imparare l’italiano dovrebbe dare una ripassata ai concetti generali del rispetto, essendoci dei colleghi che, malgrado le tante difficoltà del momento, stanno cercando di finire la stagione in modo molto professionale, anteponendo il bene del Milan al proprio orgoglio professionale”.

Così Maldini a Sky parlava di Rangnick lo scorso 12 febbraio

SERIE A: SCELTI PER TE