Fiorentina, Duncan si schiera contro il razzismo: "Sono umano e adoro essere me stesso"

fiorentina

Il centrocampista della Fiorentina ha affidato le proprie sensazioni a un lungo post su Instagram: "Siamo tutti umani e questa è la razza che conosco. L'odio è una malattia che non si cura, sono più che orgoglioso di chi e che cosa sono"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

La morte di George Floyd e i successivi scontri che si sono verificati negli Stati Uniti hanno scosso l'intero continente americano e costretto il mondo a interrogarsi su un tema, purtroppo, ancora oggi di grande attualità: quello del razzismo. Anche lo sport ha messo in scena diverse manifestazioni di protesta contro un fenomeno che non cenna a placarsi. L'ultimo a esprimere la propria opinione è stato Alfred Duncan, centrocampista arrivato alla Fiorentina a gennaio dal Sassuolo, che ha affidato le proprie sensazioni sul tema razzismo a un lungo post su Instagram: "Sono stato vittima in molte occasioni, umiliato, insultato e ignorato anche dalle persone accanto a me. Lo so e non ho bisogno di ricordare che sono NERO e sono più che orgoglioso di chi e cosa sono! Le persone tendono a dimenticare che siamo fatti di polvere e così dovremo finire tutti. Nessuno è nato razzista, quindi è una questione di ISTRUZIONE da parte dei genitori che inizia da casa. Non mi sentirò mai inferiore a nessuno in nessun modo né per nessun motivo !!! Siamo tutti umani e questa è la razza che conosco. Seguire un post nero di tendenza sui social media non ti rende un non razzista... Non permetterò a nessuno di abusare di me dal momento che io non abuso di nessuno, quindi esorto i miei fratelli a essere forti perché "chiunque cerchi di buttarti giù è già sotto di te ”. L'odio è una malattia che non ha cura! Sono umano e adoro essere ME STESSO".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche