Roma, Zaniolo si opera al naso per migliorare la respirazione. Era programmato da tempo

Serie A

Angelo Mangiante

Il giocatore della Roma sarà sottoposto a un altro piccolo intervento al setto nasale: mercoledì l'operazione, dopo sarà costretto a restare fermo per due o tre giorni. Era già programmato da tempo. A metà della prossima settimana il rientro in gruppo

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Una ripartenza che slitta ancora per Zaniolo. Nulla a che vedere con il crociato operato a gennaio, ma stavolta per un'operazione che effettuerà mercoledì al setto nasale per risolvere l'ipertrofia dei turbinati. Servirà per migliorare la respirazione sotto sforzo e a riposo, utile anche nel recupero notturno. Slitterà dunque di 10-15 giorni il suo rientro per la prima volta in gruppo, saltando le prime partite del campionato. 

In una ripartenza dopo una media di 1,75 punti a partita, la quarta della serie A, nelle prime 12 di campionato. Una crescita a 1,9 di media a metà del cammino, culminata con la partita perfetta a Firenze, fino al calo evidente dopo la sosta natalizia con la media scesa a 1,4. 
 

Con l'energia in più di Zaniolo tra un mese, quando tornerà tra i convocati. 1740 minuti giocati, 6 reti e 2 assist prima dell'infortunio al ginocchio dello scorso 12 gennaio.  Quattro cessioni nella strategia di Pallotta per monetizzare circa 100 milioni: Schick, Florenzi, Under e Kluivert. È il piano, unito ad un'altra decina di operazioni in uscita, per tenere stretto Zaniolo e, accanto a lui, Pellegrini. Andando incontro anche alla volontà di Mkitaryan e Smalling di rimanere a Roma. 

Con un punto fermo. L'incedibilità di Nicolò Zaniolo ribadita a quei club, in Italia e nella Premier, che si sono avvicinati a lui anche dopo l'operazione al crociato. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche