Juventus, Maurizio Sarri un anno dopo: tanti problemi da risolvere

juventus
Alessandro Acton

Alessandro Acton

Un anno dopo la presentazione ufficiale come nuovo allenatore della Juve Maurizio Sarri è alle prese con diversi problemi, con la Lazio a un solo punto nella volata estiva per lo scudetto. Gli infortuni di Alex Sandro e Khedira complicano ulteriormente le cose in casa bianconera, ma a centrocampo l'amuleto Ramsey rappresenta una valida alternativa per il rush finale

BOLOGNA-JUVE LIVE

Un anno fa la conferenza stampa di presentazione di Maurizio Sarri alla Juventus. Una data che si annunciava come l’inizio di una rivoluzione tattica e culturale. Una scelta forte, di cui lui per primo andava orgoglioso e un sogno: la Champions:" Da perseguire con determinazione feroce''. Una responsabilità importante, gli si chiedeva la Champions sfuggita ad Allegri. Ora quella “determinazione feroce” servirà anche in campionato per difendere l’unico punto di vantaggio sulla Lazio. 

 

I problemi da risolvere sono molti: dall’assenza di un 9 di ruolo, con Higuain che continua ad allenarsi a parte, ai nuovi infortuni di Alex Sandro e Khedira a complicare ulteriormente le cose. A centrocampo un’alternativa valida è rappresentata da Ramsey, ormai recuperato e determinante contro l’Inter prima della sosta con gol e assist. Con lui in campo dal primo minuto solo vittorie in campionato e Champions, rispettivamente 9 su 9 e 2 su 2. Un amuleto per scacciare i brutti pensieri post finale di coppa Italia. Ma servirà anche altro per tornare a segnare, vincere e ristabilire le premesse di un’estate fa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche