Verona-Inter, Conte: "La delusione dev'esserci. Numeri buoni ma bisogna far risultato"

Serie A

L’allenatore dell’Inter ha presentato la partita col Verona: "L’amarezza deve rimanere, ma il fatto che la gara successiva sia così vicina temporalmente è meglio per guardare subito avanti. Turnover? C’è completa fiducia verso tutti i miei giocatori"

VERONA-INTER LIVE

 "La gara contro il Bologna la lasciamo alle spalle preparandoci alla partita contro il Verona": Antonio Conte è già proiettato al futuro, mentre presenta il prossimo impegno dell’Inter ai canali ufficiali del club. I nerazzurri affronteranno la squadra di Juric giovedì sera al Bentegodi: "In questi casi il fatto che la gara successiva sia così vicina temporalmente è meglio, perché sicuramente deve rimanere qualcosa a livello di amarezza e di delusione, però al tempo stesso ti devi concentrare sulla prossima partita, contro una buonissima squadra che sta facendo un ottimo campionato. È importante che tutti i calciatori conoscano benissimo che tipo di gioco andremo a fare".

Fiducia a tutti

vedi anche

Verona-Inter a Irrati, Roma-Parma a Fabbri

Gli impegni ravvicinati costringono a delle rotazioni, a volte forzate. In vista della prossima sfida, rientra Skriniar, mentre saranno assenti D’Ambrosio e Bastoni per squalifica: "Giocando a queste temperature impegni così ravvicinati è inevitabile che dal punto di vista degli infortuni qualcosa si debba pagare. A volte si decide di non rischiare perché c’è il timore di poter perdere il giocatore per tante partite ma da parte mia c’è la completa fiducia verso tutti i miei calciatori, quindi la possibilità di dare spazio a tutti perché so che è uno spazio che viene ben ripagato nella prestazione, nell’attitudine, nella voglia e nella determinazione".

I numeri premiano l’Inter

vedi anche

Inter, si ripensa a Giroud per l’attacco

Dalla ripresa del campionato, l’Inter è la squadra che ha segnato di più (14 gol), ha il possesso palla più alto (61.8%) ed è quella che gioca più palloni nell’area avversaria (38 a partita). "Tutti noi guardiamo le statistiche, perché dietro ai dati c’è una spiegazione. Sicuramente questi sono dati positivi perché testimoniano come in tutte queste gare abbiamo sempre cercato di fare la partita, di dominarla. Il fatto che anche nell’indice di azioni pericolose in area avversaria l’Inter sia una delle migliori, dimostra che sicuramente le partite sono state buone, ma tutto deve sempre conciliare il più possibile con un risultato positivo a fine gara" ha proseguito Conte.

Squadra da trasferta

vedi anche

Rangnick vuole Tonali, sarà derby Milan-Inter?

Importante anche il rendimento lontano da San Siro, con 32 punti conquistati su 64. "Quello che cerchiamo di fare con i ragazzi, la mentalità che vogliamo è quella di non pensare se si gioca in casa o in trasferta, c’è sempre la voglia di fare e vincere la partita a prescindere se si gioca tra le mura amiche o in campo avverso. Questo è importante per una squadra che vuole essere propositiva nel gioco" ha concluso l’allenatore dell’Inter.

SERIE A: SCELTI PER TE