Juventus-Lazio, Sarri: "Ho un contratto e lo voglio onorare a ogni costo"

Juventus

L'allenatore bianconero alla vigilia della sfida scudetto contro la Lazio: "Il mio futuro è domani. Ho un contratto e da parte mia intendo onorarlo a ogni costo. Quando fai questo mestiere non ne devi avere di paure"

JUVENTUS-LAZIO LIVE

Da duello scudetto a momento per ribadire la propria volontà sul futuro. La vigilia di Juventus-Lazio vive soprattutto attorno a questa frase di Maurizio Sarri: "Voglio andare avanti con la JuveHo un contratto (fino al 2022, ndr) e da parte mia voglio onorarlo a tutti i costi. Lasciare da vincente come al Chelsea? La situazione era diversa, mi piaceva la Premier ma il desiderio di tornare in Italia è sempre stato dentro di me. Le critiche? Fanno parte del mestiere. Se vinci va tutto bene, se perdi tutto male. Quando fai questo mestiere non devi avere paura e noi non ne abbiamo. Avete mai chiesto a un pilota di Formula uno se ha paura della velocità?”. Nessun paragone nemmeno con l’esperienza di Napoli:  “A Napoli abbiamo fatto 91 punti al terzo anno, qui il lavoro è appena cominciato. Poi bisognerà vedere se alla Juventus riuscirò a lavorarci per 3 anni. Più facile qui o a Napoli? Nel calcio è difficile ovunque. Per quanto riguarda la classifica meglio essere davanti come adesso che inseguire come successe a Napoli”.

"Con la Lazio abbiamo sempre faticato"

La conferenza

Lazio, Inzaghi: "Luis Alberto salterà la Juve"

Dopo 2 punti nelle ultime 3 partite, la Juventus si ritrova di fronte un avversario che sì non vince da 4 giornate ma che in questa stagione ha sempre messo in difficoltà i bianconeri (ko sia nella gara d'andata che nella finale di Supercoppa Italiana): “La Lazio ha fatto una grande stagione e si è sempre dimostrata una grande squadra – ha detto Sarri -. La difficoltà di questa sfida si commenta da sola, troviamo un avversario contro il quale abbiamo sempre faticato. Se la squadra rischia di sciogliersi? No, perché è abituata per questi traguardi. Poi, ovvio, è un momento mai vissuto nella storia del calcio in più di cento anni. Ma mentalmente i giocatori sono abituati ad affrontare questi momenti con serenità”.

Le scelte

“Possiamo giocare sia con Cuadrado che con Douglas Costa (nel tridente, ndr), bisogna lavorare bene e in modo equilibrato affinché la difesa non venga esposta – ha chiosato Sarri accennando alle scelte di formazione -. In questo momento non è importante chi gioca davanti, ma il lavoro che anche gli attaccanti riescono a fare per la squadra. Chiellini dovrà riposare ancora qualche giorno. De Ligt, Bonucci e Bentancur hanno fatto allenamento differenziato.Vediamo domani". Ma, al momento, sono tutti e tre candidati a partire dal 1’.

 

Probabile formazione (4-2-3-1): Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Rabiot; Cuadrado, Dybala, Cristiano Ronaldo