Roma-Fiorentina, Fonseca: "Zaniolo da gestire, non è un caso. Dzeko è motivato"

ROMA

L'allenatore giallorosso alla vigilia di Roma-Fiorentina: "Partita difficile, ma la squadra è in fiducia ed è motivata. Dobbiamo continuare a crescere insieme, gli errori fanno parte del gioco ma bisogna lavorare per migliorare. Zaniolo? Vedremo all'ultimo se farlo giocare, è importante gestirlo dopo sei mesi di stop. Non c'è nessun problema con lui e non è un caso". Su Dzeko: "Contento e motivato"

ROMA-FIORENTINA LIVE

Il pareggio del Milan contro l'Atalanta, dà alla Roma la possibilità di allungare il distacco dal sesto posto facendo un altro passo avanti verso la qualificazione per i gironi della prossima Europa League. I giallorossi ospiteranno all'Olimpico la Fiorentina, gara presentata così da Fonseca: "La squadra è in un buon momento, ci sono stati dei cambiamenti ma dobbiamo crescere insieme – le sue parole in conferenza stampa – Ora testa alla Fiorentina, con la stessa ambizione delle ultime partite. Stiamo usando un modulo nuovo, c'è molto da imparare ma la squadra è in fiducia ed è motivata e queste sono cose importanti per arrivare al meglio alla prossima gara. Gara decisiva per il quinto posto? Non lo so, non conosco il percorso del Milan. Ma dobbiamo pensare solo a noi e a vincere questa partita contro una Fiorentina in forma".

"Zaniolo non è un caso e Dzeko è motivato"

vedi anche

Gli highlights di Spal-Roma

Poi Fonseca parla dei singoli, a partire da Nicolò Zaniolo: "Non c'è nessun problema con lui e non è un caso. Se giocherà? Vedremo nelle ultime ore. Ha fatto bene con la Spal, ma non dobbiamo dimenticarci che non si è allenato prima del match. È importante gestirlo bene dopo sei mesi di stop". Sugli altri, aggiunge: "Dzeko sta bene, non è scontento ed è motivato. Peres e Kolarov possono giocare. Europa League senza Smalling? Non penso al Siviglia e al mercato, ma solo alla Fiorentina".

"Gli errori ci stanno, ma bisogna lavorare per migliorare"

vedi anche

Roma vintage, sulla maglia torna il lupetto. FOTO

Sulla crescita della squadra, infine: "Ogni squadra commette degli errori, ma bisogna lavorare per migliorare. Abbiamo visto tanti video, abbiamo parlato con i calciatori. Gli errori fanno parte del gioco e noi lavoriamo per migliorare. Abbiamo cambiato modulo e ora ci attende un'altra sfida difficile, contro una squadra che sta giocando bene e ha anche pareggiato con l'Inter. Dobbiamo essere aggressivi in ogni occasione, ma difendendo a zona e non a uomo, anche se in alcune circostanze può capitare di farlo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche