Bologna, Mihajlovic: "Sto benissimo, ma tanta invidia e cattiverie su di me"

Serie A
©Getty

L’allenatore del Bologna ha parlato delle sue condizioni di salute: "Ho battuto il Covid-19 e ora sto benissimo, sono tornato alle mie abitudini. La gente non perdona la felicità, c’è tanta invidia e cattiveria in giro: forse è più facile essere empatici con chi è in un letto d’ospedale"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Sono stati mesi difficili, quelli per Sinisa Mihajlovic, che dopo la leucemia è risultato positivo al coronavirus. "Tanti parlano delle mie condizioni, ma in pochi le conoscono realmente" ha esordito nell’intervista a La Gazzetta dello Sport. "Ho battuto il Covid-19 – ha proseguito – e sto benissimo. Mi sarei aspettato più conoscenza della materia dai mezzi di comunicazione, che avrebbero dovuto limitare il dilagare di fake news. Non ho dovuto osservare precauzioni diverse da una persona normale, mi sento in piena forma e sono tornato alle mie abitudini: corro 10 chilometri, mi alleno, faccio pesi".

Mihajlovic: "Vivo normalmente e questo forse dà fastidio"

vedi anche

Bologna, Mihajlovic in campo dopo la quarantena

L’allenatore del Bologna ha notato atteggiamenti ostili: "Vivo normalmente e voglio continuare così, godendomi la vita senza spavalderie. Non so se questo possa dare fastidio a qualcuno, o semplicemente se è solo più facile essere empaticamente vicini a chi è debole in un letto d’ospedale. Enzo Ferrari diceva che gli italiani perdonano tutto ma non il successo: io ci aggiungo anche la felicità, perché c’è tanta invidia e cattiveria in giro. E non solo in Italia, ma ovunque". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche