Crotone-Juventus, Stroppa: "Cristiano Ronaldo? Meglio che guardi la gara in tv"

Serie A
Foto fccrotone.it

L'allenatore della formazione calabrese scherza in conferenza: "Ronaldo out? Meglio che stia a casa a vedere la gara in tv, ma da sportivo mi sarebbe piaciuto vederlo. Anche senza il portoghese la Juve mette i brividi". Out Benali e Riviere

CROTONE-JUVE LIVE

"Dopo aver affrontato il Milan senza Ibra, ora sfideremo la Juventus senza Cristiano Ronaldo anche lui col Covid? Meglio guardarli in tv piuttosto che giocarci contro, ma da sportivo mi sarebbe piaciuto vederlo. Ma se guardo la formazione della Juve c'è da rabbrividire". Parla così Giovanni Stroppa, allenatore del Crotone, alla vigilia della sfida contro i bianconeri in programma sabato sera allo stadio Ezio Scida con fischio d’inizio alle ore 20.45. "La Juve è la squadra campione e hanno tanti campioni in rosa, sono la formazione da battere, i più forti in tutti i sensi. Servirà attenzione, oltre a dare qualcosa in più: siamo in crescita e possiamo farlo", ha proseguito l’allenatore del Crotone. "Un risultato positivo contro la Juve potrebbe essere determinante per il nostro cammino, ma la squadra è in crescita. Dobbiamo migliorare negli ultimi minuti e lavorare individualmente in entrambe le fasi. Provo ancora fastidio per il risultato con il Sassuolo, peccato non aver concretizzato quanto creato", ha aggiunto Stroppa.

"Benali e Riviere out. I nuovi? Bravi, ma serve tempo"

leggi anche

Serie A, le probabili formazioni della 4^ giornata

"Le ultime due settimane sono andate sulla falsariga di quelle passate, perché i nuovi si sono allenati solo negli ultimi giorni ed eravamo senza i nazionali. Comunque si è lavorato bene e bisogna continuare così", ha affermato l’allenatore del Crotone. Che contro i bianconeri dovrà rinunciare a Benali e Riviere: "Dobbiamo aspettare, entrambi non sono recuperabili, così mi dicono i medici". Capitolo formazione: "Possibile vedere Petriccione e Cigarini insieme? Assolutamente sì, Petriccione è duttile e può giocare anche più avanti. Reca è rientrato da poco ma sta bene, mentre Rojas per me è una mezzala che ha bei colpi, ma è un 2002 che arriva dal settore giovanile anche se con ottime qualità. I nuovi sono bravi, ma si stanno ambientando e gli serve ancora tempo. Fortunatamente, anche se sono stranieri, riusciamo a comunicare”, ha concluso l’allenatore del Crotone.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche