Pirlo dopo Crotone-Juventus: "Squadra in costruzione, dateci tempo. Ma i punti pesano"

Serie A

L'allenatore bianconero analizza il pareggio per 1-1 sul campo del Crotone: "Siamo una squadra giovane e in costruzione, ma i ragazzi devono imparare in fretta perché i punti pesano. Bisogna fare esperienza giocando"

DINAMO KIEV-JUVE LIVE

Non va oltre il pari la Juventus di Andrea Pirlo allo stadio Ezio Scida di Crotone nell’anticipo del sabato sera della quarta giornata di Serie A. 1-1 in rimonta, al vantaggio iniziale di Simy su rigore ha risposto Alvaro Morata: due punti in due trasferte di campionato per i bianconeri, adesso a quota 8 punti. "Sapevamo di dover affrontare una gara difficile, ci siamo allenati tutti insieme solo ieri per mezz’ora, quando i giocatori rientrano dalle nazionali si fa sempre fatica. Ci sono stati degli episodi che ci hanno costretto a fare una gara diversa da quella programmata, ma è normale perché siamo una squadra giovane e in costruzione, queste partite devono essere una svolta per questi ragazzi che devono crescere in fretta", ha ammesso Andrea Pirlo. L’allenatore della Juve ha poi aggiunto: "Queste sono gare importanti, i punti pesano, bisogna fare esperienza giocando. Quanto tempo serve? Non abbiamo avuto i giocatori a disposizione per provare la formazione che ho in mente dalla prima giornata. Dobbiamo essere veloci a imparare. I giocatori devono capire che le palle giocate nella Juve sono diverse rispetto a quelle giocate nelle altre squadre e vanno gestite in maniera diversa".

"Dybala ha bisogno di minutaggio. Arthur deve adattarsi al calcio italiano"

vedi anche

La Juve non va, solo 1-1 a Crotone. Espulso Chiesa

 Pirlo ha commentato così il cartellino rosso a Chiesa, all’esordio con i bianconeri: "Se non si può contrastare con il piede a terra allora è difficile. Dybala? Volevo fargli mettere un po’ di minuti nelle gambe, ma non era la partita giusta per farlo visto che avevo fatto altri cambi in attacco e non potevamo rischiare. Mi spiace, è da 3 mesi che non gioca e ha bisogno di minutaggio". Altre valutazioni sui singoli da parte dell’allenatore della Juventus: "Arthur? Ha caratteristiche da calcio spagnolo, il suo calcio è molto corto e vede poco davanti. Fa ancora troppi tocchi, in certe occasioni potrebbe velocizzare. Non ha fatto male ma bisogna lavorare, deve cambiare il suo stile di gioco e solo giocando questo tipo di partite può migliorare. Kulusevski deve trovare la posizione e lo deve fare in campo, giocando", ha concluso l’allenatore della Juventus.