Marotta: "Lo scudetto non è un obbligo. Conte sta migliorando l'Inter"

inter

L'amministratore delegato dell'Inter parla dell'eliminazione dalla Champions League e del campionato: "C'è delusione per il risultato ma abbiamo una visione ottimistica del futuro. Questo è un ciclo iniziato l'anno scorso, parliamo di un progetto in cui tutto è migliorabile ma il lavoro di Conte sta producendo risultati e crescita"

CAGLIARI-INTER LIVE

"C'è amarezza, delusione per essere usciti dalla Champions, ma accompagnate da autocritica. Questo è un ciclo iniziato l'anno scorso e voglio sottolineare che il lavoro dell'area tecnica sta producendo risultati considerevoli". Beppe Marotta va oltre l'eliminazione dell'Inter dalla Champions League e nel prepartita della sfida al Cagliari fa il punto sul lavoro fatto da Antonio Conte sula panchina nerazzurra: "Io che sono dentro dico che questo ciclo è finito parzialmente l'anno scorso con la finale di Europa League e il secondo posto - spiega l'amministratore delegato dell'Inter ai microfoni di Dazn - ora siamo fuori dall'Europa e dobbiamo onorare al meglio le altre due competizioni. Non c'è un obbligo Scudetto, parliamo di un progetto in cui tutto è migliorabile. Abbiamo l'obbligo di rincorrere traguardi importanti con il massimo dell'impegno".

"Champions? C'è differenza con chi va avanti"

leggi anche

L'ex Inter Maicon torna in Italia: va in D al Sona

Secondo Marotta "il lavoro di questo anno e mezzo ha portato evidenti segnali di crescita". L'ad nerazzurro riconosce però anche che "quando si è eliminati da una competizione vuol dire che c'è qualche differenza dagli altri che vanno avanti". Spazio anche all'incontro avuto negli scorsi giorni con Conte e gli altri componenti della dirigenza: "Quella è una consuetudine, avviene indipendentemente dai risultati. Abbiamo analizzato il momento in un'ottica positiva. Abbiamo fatto autocritica ma con una visione ottimistica del futuro". Non manca una battuta su Eriksen, titolare a Cagliari: "Lui fa parte della rosa, è a disposizione con grande professionalità ma è giusto che sia Conte a scegliere chi schierare. Oggi gioca ed è la testimonianza che tutti i calciatori in organico sono utili".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.