Conte squalificato due giornate: le decisioni del giudice sportivo in Serie A

Serie A

Due giornate di squalifica e 20mila euro di multa per Antonio Conte per le frasi rivolte all'arbitro Maresca nel finale della gara contro l'Udinese: non sarà in panchina contro Benevento e Fiorentina

INTER-BENEVENTO LIVE

Il giudice sportivo ha inflitto due giornate di squalifica ad Antonio Conte per le proteste e per le frasi rivolte all'arbitro Maresca nel finale della gara contro l'Udinese. All'allenatore dell'Inter è stata anche comminata una multa di 20mila euro. Conte paga così il nervosismo degli ultimi minuti della gara disputata alla Dacia Arena, finita sullo 0-0. Prima le proteste per i 4 minuti di recupero, poi il cartellino giallo diventato rosso in seguito alle frasi dell'allenatore nei confronti del direttore di gara. "Maresca, sempre tu", aveva più volte ripetuto Conte. L'allenatore non sarà in panchina in occasione delle sfide contro Benevento e Fiorentina. Una giornata di squalifica e 5mila euro di multa anche per Lele Oriali, dirigente nerazzurro.  

Le motivazioni del giudice sportivo

vedi anche

Conte, il batibecco con Maresca. VIDEO

Questo quanto riportato dal comunicato ufficiale: "Squalifica di 2 giornate effettive di gara e ammenda di 20mila euro ad Antonio Conte per avere, al 45' del secondo tempo, continuato a protestare in maniera veemente, successivamente al provvedimento dell'ammonizione, proferendo a gran voce frasi irrispettose nei confronti del Direttore di gara che proseguivano anche dopo il provvedimento di espulsione prima di lasciare il terreno di giuoco; nonché per avere, al termine della gara, nel tunnel che adduce agli spogliatoi, affrontato il Direttore di gara medesimo con fare minaccioso urlandogli un'espressione gravemente offensiva; infrazione quest'ultima rilevata anche dal collaboratore della Procura Federale". Per Oriali, invece, squalifica di una giornata e ammenda di 5mila euro "perché, al termine della gara, reiterando le proteste anche dopo il provvedimento di ammonizione, raggiungeva al centro del terreno di giuoco il Direttore di gara urlandogli frasi irrispettose".

Gli altri squalificati

vedi anche

Conte, tutte le sfuriate della carriera. VIDEO

Dopo l'ultima giornata del girone d'andata, il giudice sportivo ha fermato anche cinque calciatori: Samir dell'Udinese, Robin Gosens dell'Atalanta, Dejan Kulusevski della Juventus, Giangiacomo Magnani dell'Hellas Verona e Nahitan Nandez del Cagliari. Questi dovranno saltare la prima giornata del girone di ritorno. Entrano invece in diffida Bastoni dell'Inter, Pedro Pereira del Crotone, Destro del Genoa, Ferrari del Sassuolo, Patric della Lacio, Glik del Benevento, Kucka del Parma, Linetty del Torino, Ribery della Fiorentina, Bruno Peres e Pellegrini della Roma, Zaccagni del Verona, Zeegelaar dell'Udinese.

Buffon deferito per espressioni blasfeme

vedi anche

Pirlo: "Attenzione alla Spal, De Ligt titolare"

Il Procuratore federale ha deferito Gianluigi Buffon alla Sezione Disciplinare del Tribunale Federale Nazionale per le espressioni blasfeme pronunciate all'80' durante la sfida tra Parma e Juventus dello scorso 19 dicembre, rivolgendosi a Manolo Portanova.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.