Pirlo dopo Napoli-Juve: "Rigore? Abbiamo perso per un episodio dubbio"

Serie A

L’allenatore bianconero ha parlato al termine della sconfitta contro il Napoli: "Non abbiamo mai subìto un tiro in porta e abbiamo perso per un episodio dubbio. È mancato solo il gol. Rigore? L’avessero dato a noi ci sarebbero state molte polemiche"

NAPOLI-JUVENTUS 1-0: GOL E HIGHLIGHTS

A distanza di quasi un mese, la Juventus torna a perdere. Contro il Napoli allo stadio Maradona finisce infatti 1-0 per gli uomini di Gattuso. La Juve al momento rimane terza in classifica, ma Andrea Pirlo non è certo stato contento della sconfitta: "Non abbiamo mai subìto un tiro in porta e abbiamo perso per un episodio dubbio. Giocata una buona partita, abbiamo creato tanto ed è mancato solo il gol” ha dichiarato l’allenatore bianconero nel post partita ai microfoni di Sky Sport. “Abbiamo fatto girare poco velocemente il pallone, è stato l'unico errore nel primo tempo. Nella ripresa siamo stati più intraprendenti". E sul rigore per il Napoli: "Se uno allarga le mani con il pallone in mano al portiere ogni contatto sarebbe rigore dappertutto. Volevo vedere se fosse successo a noi un episodio del genere. Ci sarebbero state molte più polemiche, e non so se ci sarebbe stato dato questo rigore".

"Guardiamo avanti. Siamo sulla bocca di tutti"

leggi anche

Insigne: "Rigore? Ero sereno, l'errore è superato"

Poi un’altra parentesi sull’arbitraggio: "Se non ammonisce il portiere durante la partita, quello continua a perdere tempo, ho chiesto questo chiarimento. C’è stato anche l'episodio dubbio sulla doppia ammonizione di Di Lorenzo. Non voglio parlarne però, succede che contro la Juventus degli episodi vengano letti diversamente perché siamo sempre sulla bocca di tutti. Noi guardiamo avanti". Sugli attaccanti bianconeri Pirlo ha poi affermato: "Hanno fatto la partita che dovevano fare. Giocando così tante partite un calo di lucidità capita, ma hanno fatto un'ottima partita tutti. Siamo il sesto attacco del campionato? Non è detto che la squadra che segna di più vinca lo scudetto. L'importante è creare occasioni e giocare di squadra. Oggi lo abbiamo fatto ed è stato bravo Meret, il migliore in campo. Non ho nulla da rimproverare ai miei".

"Sconfitte che si fanno sentire. Dybala? Lo stiamo aspettando"

leggi anche

Insigne stende la Juve: 1-0 Napoli al "Maradona"

E sull’esclusione di McKennie da titolare: "Se non l'ho fatto giocare è perché ha avuto alcuni problemi durante la settimana. Anche con l'Inter ha giocato gli ultimi 20 minuti non in ottime condizioni. Queste sono sconfitte pesanti che si fanno sentire, ora la vetta potrebbe allontanarsi fino a 10 punti. Dobbiamo continuare a fare queste prestazioni, solo giocando così arriveranno i risultati. Anche in Europa? Per vincere devi fare gol. Se giochiamo così e la buttiamo dentro i tre punti li portiamo a casa. Sono felice per Gattuso perché è un amico, ma avrei preferito vincere". Infine una parentesi su Dybala: "Paulo è un giocatore importante e lo stiamo aspettando. Ho tenuto fuori Kulusevski per avere un cambio in panchina davanti. Bernardeschi doveva fare la partita che doveva e si è mosso bene".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.