Serie A, 23^ giornata: presentazione, numeri, curiosità e statistiche

Serie A
IPA/Fotogramma

Weekend lungo più Monday Night per la 23^ giornata di Serie A. Si parte venerdì con Fiorentina-Spezia e Cagliari-Torino, mentre sabato si giocheranno altre tre gare tra cui Lazio-Sampdoria. Domenica giornata di big match: alle 15 il derby Milan-Inter e alle 18 Atalanta-Napoli, con Benevento-Roma a chiudere in serata. Lunedì sera spazio a Juventus-Crotone che chiuderà il turno

JUVE-CROTONE LIVE

Fiorentina-Spezia, venerdì 19 febbraio, ore 18:30

La Fiorentina non vince da tre partite, mentre lo Spezia arriva da due successi consecutivi contro Sassuolo e Milan. L’unico confronto in Serie A tra Fiorentina e Spezia è stata la gara d’andata, terminata 2-2, e i viola hanno vinto solo due delle ultime 13 sfide contro squadre neopromosse. La Fiorentina ha guadagnato finora 22 punti: nell’era dei tre punti a vittoria ha fatto peggio solamente nel 2001/02, quando a questo punto della stagione aveva 17 punti. Lo Spezia invece ha collezionato 24 punti finora: tra le squadre esordienti in A nell’era dei tre punti a vittoria, dopo 22 gare, ha fatto meglio solamente il Chievo nel 2001/02 (37). Quella di Italiano potrebbe inoltre diventare la quarta squadra nella storia della Serie A a realizzare 11 gol consecutivi con marcatori differenti in una singola stagione (esclusi autogol), dopo la Juventus nel 2008/09, il Lecce nel 2011/12 e l’Inter nel 2019/20 (che arrivò a 12 di fila).

Cagliari-Torino, venerdì 19 febbraio, ore 20:45

Sfida salvezza tra le due squadre. Il Cagliari è imbattuto da cinque partite di Serie A contro il Torino, e nell’era dei tre punti a vittoria ha perso solo tre partite interne contro i granata (6V, 4N). Il Cagliari non vince da 15 partite in Serie A (5N, 10P): non fa peggio dal 2005, quando raggiunse quota 22 gare senza successi. Il Torino invece ha pareggiato le ultime cinque partite di Serie A: solo tre volte è arrivato a sei pareggi di fila nella competizione, la più recente nel 1967. Il Torino è la vittima preferita di Giovanni Simeone in A: oltre a sei gol contro i granata, per lui due assist vincenti. Contro il Toro è arrivata anche la sua ultima doppietta, a ottobre.

Lazio-Sampdoria, sabato 20 febbraio, ore 15

leggi anche

Lazzari, una giornata per blasfemia

Dopo una serie di sette vittorie e un pareggio, la Lazio ha perso l’ultima gara di Serie A contro la Sampdoria (0-3 a ottobre). I biancocelesti non perdono entrambe le sfide contro i blucerchiati in un singolo campionato dal 1991/92. La Lazio è inoltre imbattuta da 14 partite casalinghe contro la Sampdoria in A (11V, 3N), ed è reduce da cinque successi interni consecutivi: non fa meglio in Serie A da febbraio dello scorso anno, quando arrivò a sette vittorie di fila. La Lazio è anche la squadra che nel 2021 ha ottenuto più punti in Serie A: 19, grazie a sei vittorie e un pareggio. La Sampdoria ha ottenuto una vittoria e un pareggio nelle ultime due trasferte di A e non rimane tre gare esterne senza sconfitte dal dicembre 2018. La Samp è la vittima preferita di Ciro Immobile in Serie A: 12 gol in 13 sfide ai blucerchiati per lui.

Genoa-Verona, sabato 20 febbraio, ore 18

Il Genoa ha perso solo una delle ultime nove partite di campionato contro il Verona (5V, 3N), e ha vinto tutte le ultime sei partite casalinghe di Serie A contro i gialloblù. Il Genoa è inoltre la squadra che in Serie A nel 2021 ha mantenuto più volte la porta inviolata (5), mentre nei maggiori cinque campionati europei nello stesso periodo hanno fatto meglio solo Lille (6) e Manchester City (7, prima del recupero infrasettimanale). Il club rossoblù ha vinto le ultime tre partite casalinghe in Serie A e non arriva a quattro successi interni di fila da una serie di cinque nell’aprile 2016. 33 punti dopo 22 partite invece per il Verona, che nell’era dei tre punti a vittoria in A ha fatto meglio a questo punto della stagione solamente nel 2013/14 (35). Oltre al Verona, l’unica altra squadra che Ivan Juric ha allenato in Serie A è il Genoa. Con Ballardini in questa stagione con il Genoa, Mattia Destro sta mantenendo una media di un gol ogni 88 minuti (sei reti in otto partite), mentre con Rolando Maran era fermo a una rete ogni 125 (tre gol in 10 presenze).

Sassuolo-Bologna, sabato 20 febbraio, ore 20:45

Il Sassuolo ha vinto tutte le ultime tre partite di Serie A contro il Bologna, ma ha perso l’ultima partita casalinga in campionato e non rimane sconfitto per due gare interne di fila da ottobre 2019 (tre in quel caso). Il Sassuolo ha inoltre segnato nelle ultime 12 partite di campionato e potrebbe registrare il proprio record in Serie A se dovesse arrivare a quota 13. Il Bologna ha invece segnato in tutti gli ultimi 12 derby dell'Emilia Romagna disputati in Serie A, già striscia record per i rossoblù. Bologna e Sassuolo sono due delle tre squadre, con il Milan, ad aver trovato più gol nei minuti di recupero in questo campionato (4). Francesco Caputo ha segnato 4 gol contro il Bologna in Serie A, solamente contro la SPAL (5) ha fatto meglio.

Parma-Udinese, domenica 21 febbraio, ore 12:30

Il Parma ha vinto quattro delle ultime sei gare di Serie A contro l’Udinese, perdendo tuttavia la più recente. I friulani non trovano però il successo in entrambe le sfide stagionali contro il Parma nel massimo campionato dal 2005/06. Il Parma ha vinto 15 partite casalinghe contro l’Udinese in Serie A (3N, 5P): quella bianconera è la squadra battuta più volte dai gialloblù in gare interne nella competizione. Il Parma non segna inoltre da otto partite casalinghe consecutive in A: dovesse mancare l’appuntamento con il gol, eguaglierebbe la striscia record negativa stabilita dalla Sampdoria nel 1972 (9 gare). Gervinho ha realizzato tre reti e fornito due assist contro l’Udinese in Serie A: solamente contro l’Inter (5) ha segnato più gol nel massimo campionato.

Milan-Inter, domenica 21 febbraio, ore 15

leggi anche

Rissa con Ibra, ascoltato Lukaku. Ma nel derby...

Sarà il 174° Derby di Milano in Serie A: i nerazzurri hanno ottenuto 66 successi (tra cui quattro nelle ultime cinque sfide), contro i 52 rossoneri e i 55 pareggi. Il Milan potrebbe vincere entrambe le gare in una singola stagione di Serie A contro l’Inter per la seconda volta negli ultimi 15 anni: in precedenza ci è riuscito nel 2010/11, 1-0 all’andata e 3-0 al ritorno. La precedente occasione in cui Milan e Inter si sono affrontati in Serie A trovandosi ai primi due posti in classifica è stata il 2 aprile 2011 (successo 3-0 per i rossoneri, stagione in cui vinsero il loro ultimo scudetto). L’Inter (50) e Milan (49) hanno inoltre collezionato insieme 99 punti in questo campionato, 16 in più della scorsa stagione dopo 22 gare disputate: allo stesso punto del torneo, le due squadre hanno fatto meglio solamente nel 1950/51 (102, considerando tre punti a vittoria da sempre). Gianluigi Donnarumma può diventare il giocatore più giovane a tagliare il traguardo delle 200 presenze in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria: con 21 anni e 361 giorni frantumerebbe il precedente record stabilito da Gianluigi Buffon (24 anni, 83 giorni). Ibrahimovic ha segnato 10 reti nei derby di Milano in tutte le competizioni, 8 di queste sono arrivate con il Milan: dal suo esordio con questa maglia nel 2010/11 è il rossonero che ha segnato più gol contro una singola avversaria. Lukaku può invece diventare il primo giocatore nell’era dei tre punti a vittoria a segnare in quattro derby di Milano di fila in A. L’ultimo a riuscirci è stato Romeo Bonetti, tra il 1972 e il 1973.

Atalanta-Napoli, domenica 21 febbraio, ore 18

Il Napoli ha vinto solo uno degli ultimi sei confronti con l’Atalanta in tutte le competizioni (2N, 3P). Il club nerazzurro non vince invece da tre partite casalinghe in campionato (2N, 1P), dopo una serie di quattro successi interni consecutivi. Atalanta (11) e Napoli (9) sono le due squadre che hanno segnato più gol con subentrati in questa Serie A: insieme hanno totalizzato il 26% delle reti complessive di giocatori entrati dalla panchina nel campionato in corso (20/76). Muriel è il giocatore che ha segnato più gol in Serie A nel 2021 (sei): con una rete l’attaccante dell’Atalanta può eguagliare Giampaolo Pazzini (22) al 2° posto tra i giocatori con più gol dalla panchina nel massimo campionato italiano nell’era dei tre punti a vittoria (dal 1994/95). Al 1° posto c’è Matri (25).

Benevento-Roma, domenica 21 febbraio, ore 20:45

La Roma ha vinto tutte le tre sfide di Serie A contro il Benevento, con un punteggio complessivo di 14-4, ed è la squadra che ha segnato più reti al Benevento in Serie A, ben 14 (mai meno di quattro a incontro). La Roma detiene inoltre il record nella storia della Serie A sia per vittorie consecutive (attualmente 26) contro squadre neopromosse che per gare in gol di fila (53) contro formazioni proveniente dalla Serie B. La Roma è anche l’unica squadra nei cinque maggiori campionati europei in corso ad aver registrato il 100% di vittorie contro squadre attualmente nella metà bassa della rispettiva classifica (11 vittorie su 11). Gianluca Caprari (ex della partita) ha segnato tre gol contro la Roma in Serie A (tra cui una rete nel match d’andata): solo contro la Fiorentina ha messo a segno più reti (4). Borja Mayoral ha fatto il suo esordio in A nel match d’andata contro il Benevento, e ha segnato quattro dei suoi sei gol in campionato contro squadre neopromosse (due doppiette). Veretout è invece a quota nove gol in questo campionato: può diventare il secondo centrocampista francese ad andare in doppia cifra di reti in una stagione di Serie A, dopo Michel Platini (nel 1982/83, 1983/84, 1984/85 e 1985/86).

Juventus-Crotone, lunedì 22 febbraio, ore 20:45

leggi anche

Ricavi Champions dal 1992/93, Juve al 4° posto

La Juventus è imbattuta nei cinque precedenti con il Crotone in Serie A, anche se tuttavia ha pareggiato i due confronti più recenti. Il Crotone è invece imbattuto da due gare di campionato contro la Juve, nella sua storia solo una volta ha registrato una serie più lunga di incontri senza sconfitte contro una singola avversaria in Serie A, contro il Chievo tra il 2016 e il 2017 (tre). La Juventus ha vinto tutte le ultime sei partite di campionato giocate di lunedì, in un parziale in cui ha subìto appena un gol (nel 2-1 contro la Lazio lo scorso luglio). Questa è la sfida tra la migliore e la peggior difesa di questa Serie A: Juventus (19) e Crotone (52) sono divise infatti da ben 33 reti. Bernardeschi ha segnato 12 dei suoi 33 gol in campionato con il Crotone, il 36%, nonostante abbia giocato solo il 18% delle sue gare tra A e B con questa maglia (38 su 206). Il Crotone può diventare la 78^ squadra contro cui Cristiano Ronaldo trova il gol nei cinque maggiori campionati europei (solo Ibrahimovic con 79 ne conta di più dal 2000). Al momento, l’attaccante portoghese ha segnato a tutte le squadre affrontate in Serie A attualmente nella competizione (17/17).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.