Milan-Inter, Pioli: "Ibra o Lukaku? Tutta la vita Zlatan. Saranno dei professionisti"

milan

L'allenatore rossonero è pronto per il derby scudetto di domenica: "Non sarà decisiva, ma è una gara molto importante e andremo in campo per vincere". E sul duello Ibra-Lukaku: "Grande rispetto per Romelu, ma mi tengo tutta la vita Zlatan"

MILAN-INTER LIVE

"Un derby come non si vedeva da tanti anni", così lo definisce Stefano Pioli nella conferenza stampa alla vigilia di Milan-Inter. E in effetti bisogna tornare indietro al 2011 se si vuole ritrovare una stracittadina tra due squadre in lotta per lo scudetto. Un match che l'allenatore rossonero vuole affrontare così: "Con testa fredda e cuore caldo, con umiltà ma anche con volontà e determinazione. Nelle ultime due partite non abbiamo alzato il nostro livello di gioco, anche la fase difensiva non ci ha visto così solidi e compatti, ma non ci hanno tolto convinzioni e certezze. Ci hanno fatto capire ancora di più come approcciare alle gare. Saremo forti e più forti delle ultime due gare. Se approcci ad una partita che un pareggio ti può andar bene sei più vicino alla sconfitta che alla vittoria. Non sarà una gara decisiva, ma è molto importante e andremo in campo per vincere".

"Ibra o Lukaku? Mi tengo tutta la vita Zlatan..."

vedi anche

La carica dei 300 a Milanello: "Il derby si vince"

Partita che vedrà tra i suoi protagonisti annunciati alla vigilia Zlatan Ibrahimovic. Sulla rivalità con Lukaku, accesa anche dalla forte lite avvenuta nell'ultimo incrocio in Coppa Italia, Pioli si è espresso così: "Sarebbe stato meglio che la lite non fosse successa, ma quella di domani è un'altra partita, ci saranno duelli, scontri, è una gara molto sentita, ma ci sarà anche grande rispetto e professionalità. Chi preferisco tra loro due? Grande rispetto per Lukaku, ma mi tengo tutta la vita Ibra...". L'allenatore rossonero ha poi voluto mandare un messaggio ai tifosi, intervenuti in massa a Milanello per sostenere la squadra: "I nostri tifosi sono veramente speciali, è un peccato non poter giocare in un San Siro pieno, ci sono sempre vicini, ci danno molto sostegno, molta forza. Ho tanta passione ed emozione, lo stiamo preparando bene, c'è la concentrazione giusta. Siamo convinti che sia la preparazione migliore e che abbiamo fatto di tutto per essere pronti a questa sfida".

"Lievissima lesione per Mandzukic, niente ricaduta per Bennacer"

approfondimento

Pioli-Conte tra campo e panca: il bilancio dice...

Pioli ha poi proseguito analizzando il momento di alcuni singoli, dagli infortunati Mandzukic e Bennacer a Sandro Tonali, che dovrebbe prendere il posto a centrocampo proprio dell'ex Empoli: "Mario ha avuto una lievissima lesione, ma già oggi lavorava. Mi auguro non sia un'assenza lunga, stava entrando in condizione. Bennacer per fortuna non ha avuto una ricaduta, il muscolo fatica a trovare l'elasticità e spero di ritrovarlo a breve. Per quanto riguarda Tonali, sono assolutamente convinto che abbia un potenziale enorme ma è molto giovane, al primo anno a certi livelli. Sta crescendo bene, sarà un giocatore molto forte, ma sta dimostrando le proprie qualità. Anche se sei giovane devi reggere le aspettative, ma è sereno e motivato come i compagni".