Sampdoria-Cagliari, Ranieri: "Il pari? Al 96' sgonfi la palla ma non prendi gol"

sampdoria

L'allenatore della Samp è moderatamente soddisfatto per il pari con il Cagliari: "A un minuto dalla fine avevamo noi il pallone, puoi fare di tutto ma non prendere gol". Parole di elogio per Gabbiadini: "Un professionista esemplare che ha avuto tanti infortuni e ci mancano gli undici gol che ha fatto lo scorso anno"

BOLOGNA-SAMP LIVE

Un Claudio Ranieri soddisfatto a metà per il pareggio casalingo contro il Cagliari. La Samp era riuscita a ribaltare il match in poco più di due minuti tra il 78' e l'80' salvo poi vedersi raggiungere sul 2-2 da Nainggolan al 96': "E' un peccato perché a 1 minuto dalla fine avevamo il possesso palla. In quei momenti non perdi solo 30 secondi, ma anche un minuto e mezzo, ti fai ammonire, ti fai espellere, sgonfi il pallone... non prendi gol. Ma il bello del calcio è proprio questo, l'imprevedibilità - dice - Nel primo tempo loro avevano quella superiorità perché con la difesa a tre e Duncan ci portavano sempre a spasso e riuscivano a giocare con la punta che si appoggiava a Marin o Nainggolan, tagliandoci fuori. Hanno creato delle occasioni ma erano in fuorigioco, poi sul fallo laterale abbiamo subìto gol. Noi non riuscivamo a proporre il nostro gioco, a renderci pericolosi. Nel secondo tempo molto meglio, Ramirez è entrato bene in partita, ha smistato palloni e abbiamo pressato di più gli avversari. Li abbiamo chiusi nella loro metà campo, anche se potevano essere pericolosi in contropiede. La cosa strana è che il Cagliari sia in quella posizione di classifica, perché ha dei giocatori magnifici. Alla fine il pareggio è giusto."

"Gabbiadini? Quest'anno sono mancati i suoi gol"

approfondimento

Nainggolan al 96', Sampdoria-Cagliari 2-2

Ranieri spende parole di elogio per Manolo Gabbiadini in una stagione che lo ha visto spesso costretto ai box a causa di fiversi infortuni: "Sono contentissimo perché è un ragazzo splendido, un professionista esemplare. Purtroppo si è fatto male, i dottori ci avevano detto di aspettare, che poteva recuperare, invece non ce l'ha fatta ed è stato operato - spiega - Adesso è quasi pronto, ho parlato con lui e mi aveva detto che preferiva entrare a partita in corso. Gli ho detto di cominciare a tirare in porta in allenamento, io l'attaccante lo vedo quando prende la porta in allenamento. Lui sa tirare in ogni modo ed è un ragazzo generoso, che sa fare la punta o la mezza punta, mi dà ampie soluzioni. L'anno scorso ha fatto 11 gol, quest'anno quegli 11 gol, anzi ora 10, mi mancano... Manolo ha quel sinistro che è un pennello, può fare tutto".